Una brutale violenza, una comunità sotto choc. Una donna anziana di 74 anni è stata aggredita ieri sera nell'ospedale Santissima Annunziata di Taranto con un oggetto contundente. Adriana Drusi è stata ferita forse con un punteruolo, mentre si trovava nel pronto soccorso della struttura sanitaria in attesa di essere visitata. La donna, in seguito al colpo, ha riportato un trauma cranico commotivo gravissimo. I medici hanno documentato la morte cerebrale della degente, ma fortunatamente il periodo di osservazione che scadeva nel primo pomeriggio è stato sospeso da un piccolo segnale elettrico rilevato dalla strumentazione. L'aggressore è riuscito ad allontanarsi senza lasciare traccia.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo i testimoni

L'anziana signora era stata accompagnata in ospedale ieri sera dal figlio e dalla badante a seguito di un malore. L'#aggressione è avvenuta poche ore più tardi. Alcuni testimoni hanno riferito di avere visto un uomo particolarmente nervoso che percorreva i corridoi del nosocomio, segnalandolo come presunto colpevole. Gli inquirenti hanno visionato le immagini delle telecamere di sorveglianza che forse sono riuscite ad identificare l'assalitore mentre compiva il suo folle gesto anche se il video non risulta nitido. Gli investigatori sono alla ricerca di uomo sulla quarantina con i capelli ricci e lunghi, che ieri sera ha provocato una grossa ferita all'osso temporale destro della ricoverata. E' stato già interrogato un sospettato ma non ci sono ancora comunicazioni ufficiali da parte dalle autorità.

Pubblicità

Non è ancora chiaro il movente di tanta violenza e non si sa se l'omicida conoscesse o meno la vittima.

La ricostruzione dell'aggressione

Al momento dell'accaduto la donna versava in condizioni stabili ed era vigile, era stata internata nelle stanze di osservazione adiacenti al pronto soccorso. E' stato il figlio ad accorgersi che la madre perdeva parecchio sangue dalla testa e subito ha avvertito gli operatori sanitari. I dottori hanno pensato all'inizio che la donna si fosse ferita accidentalmente a causa della sua patologia: poi secondo la ricostruzione degli inquirenti è emerso che si trattava di un'aggressione forse avvenuta in un momento in cui il figlio era assente.

Morte cerebrale?

Le condizione di salute dell'anziana donna sono disperate, gli specialisti dell'ospedale si sono riuniti in commissione per valutare se sottoporre la signora Drusi ad un intervento chirurgico. L'anziana è attualmente ricoverata nel reparto di chirurgia in coma, sotto osservazione. #Cronaca Taranto #cronaca nera