Scongiurato ogni rischio di ripercussione sui Lea, i Livelli essenziali di assistenza, dei nuovi annunciati tagli alla sanità, possono tirare un sospiro di sollievo tutti i cittadini che usufruiscono della esenzione sul ticket sanitario. Sono numerosi, infatti, gli italiani che ogni anno sono alle prese con le procedure per la richiesta dell’esenzione, e per questo riteniamo utile riepilogare quali sono i casi di esenzione per motivi di solute o di reddito.

Ticket sanitario, quando si paga

Il sistema sanitario nazionale prevede il pagamento di un contributo alla spesa sanitaria, il ticket, che prevede il pagamento per alcune delle prestazioni incluse nell’elenco dei Lea, secondo tariffe indicate da un tariffario nazionale e che non possono superare i 36,15 euro. In questo modo si assicura l’accesso di tutti i cittadini alle prestazioni previste dai Livelli essenziali di assistenza, tra i quali figurano prestazioni di pronto soccorso, farmaci e cure termali.

I casi di esenzione ticket per malattia

Sono numerosi i casi nei quali si ha diritto all’esenzione dal ticket sanitario per malattia:

  • Malattie croniche. L’elenco delle malattie croniche, considerate invalidanti, può essere consultato sul sito del Ministero della salute all’indirizzo web www.salute.gov.it/portale/temi/ricercaEsenzioniTicket.jsp. Se si è affetti da una malattia che rientra nell’elenco, occorre fare richiesta all’Asl di residenza, presentando un certificato medico che attesta la malattia.
  • Malattie rare. Lo stesso discorso è valido per le malattie rare, con l’esenzione che si estende anche alle analisi necessarie all’accertamento delle malattie rare.
  • Diagnosi precoce dei tumori. Non si paga il ticket per esami di mammografia, PAP test, colonscopia.
  • Invalidità.
  • Gravidanza.
  • Test HIV.

L’esenzione dal ticket per motivi di reddito

L’esenzione dal ticket sanitario può essere richiesto anche per motivi di reddito:

  • Disoccupati e familiari a carico con un reddito familiare non superiore a 8.263,31 euro, limite che sale a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio.
  • Reddito inferiore a 36.151,98 euro. In questo caso sono esenti i componenti del nucleo familiare di età inferiore a 6 anni e superiore a 65.
  • Pensionati titolari di una pensione sociale e familiari a carico e di una pensione al minimo con un reddito familiare non superiore a 8.263,31 euro, limite che sale a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio.

Nei casi di esenzione dal ticket sanitario per motivi di reddito, non è necessario presentare alcuna documentazione in quanto gli aventi diritto sono inclusi nella lista degli esenti fornita dal sistema Tessera Sanitaria messa a disposizione dei medici di famiglia. Solo in caso di disoccupazione, questa deve essere autocertificata annualmente presso le sedi Asl. #esenzione ticket #Ticket sanitari