Il #Bollo auto è una delle tasse più odiate dagli italiani. Sull'argomento ci sono sempre molti dibattiti e opinioni contrastanti. Il bollo auto, detto anche tassa automobilistica, pesa su tutti coloro che posseggono un autoveicolo o un motoveicolo immatricolato nella Repubblica italiana. La tassa viene pagata in maniera annuale dal proprietario nella regione di residenza, anche se il veicolo non circola direttamente su strada ma è semplicemente fermo in un qualsiasi garage.

Tutte le agevolazioni

L'importo del bollo auto dipende dalla potenza del veicolo [VIDEO] e all'impatto che ha sull'ambiente. Il prezzo della tassa varia da regione a regione.

Il proprietario del veicolo può comunque consultare il sito dell'ACI per capire quanto gli è dovuto pagare alla sua regione di residenza. Per quanto concerne la scadenza, vi è una legge per i veicoli immatricolati di recente che richiede il pagamento del bollo entro l'anno successivo del mese di immatricolazione, ma se questa avviene gli ultimi dieci giorni del mese, la scadenza viene rinviata all'ultimo giorno del mese successivo.

A beneficiare dell'esenzione sono gli invalidi motori permanenti, i detentori di auto elettriche ed anche auto storiche. Per quanto riguarda l'agevolazione per gli invalidi, è valida solo se l'automobile è intestata alla persona disabile o al familiare che lo ha a carico, ma deve essere utilizzata soltanto per utilità della persona invalida. Per poter beneficiare di tale esenzione è essenziale anche un'altro requisito, cioè che il proprio reddito non deve essere superiore agli 2840,50 euro. La richiesta di esenzione va fatta presso uno degli uffici relazioni regionali.

Regole per l'esenzione

Per poter richiedere l'esenzione, è necessario rientrare tra le seguenti categorie d'invalidi: sordi, non vedenti, persone con handicap mentale, con impedite capacità motorie [VIDEO] e con particolari limitazioni di deambulazione. I possessori di veicoli con più trent'anni di immatricolazione non sono tenuti a pagare il bollo e devono elargire soltanto una somma forfettaria di 50 euro circa.

Se avete dimenticato di pagare il bollo auto e sono passati tre anni durante i quali non avete ricevuto alcuna richiesta di pagamento, la tassa cade in prescrizione. Sarà indispensabile la sentenza di un giudice che confermerà la prescrizione. Se volete continuare a rimanere aggiornati, cliccate sul tasto 'Segui' in alto. #esenzioni