Pubblicità
Pubblicità

Molto dibattuto, negli ultimi giorni, è il tema legato al #Canone Rai, la tassa prevista per coloro i quali detengono apparecchi atti o adattabili alla ricezione del segnale televisivo all'interno del territorio italiano. I cittadini che non sono in possesso di un apparecchio televisivo possono, dunque, richiedere l'esenzione dal canone Rai 2018.

Chi deve pagare il canone?

La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto un nuovo principio, ovvero quello della presunzione di detenzione di apparecchi televisivi. Se, infatti, esiste una utenza elettrica nel luogo in cui un soggetto dichiara di essere residente, il pagamento del canone tv avviene attraverso un addebito automatico sulla bolletta della luce.

Pubblicità

Il tutto attraverso dieci rate mensili da nove euro l'una (per un totale di 90 euro).

La tassa deve essere pagata anche nel caso in cui il televisore sia utilizzato come monitor per il pc o, semplicemente, per guardare dei DVD. Allo stesso modo, chi non guarda mai la Rai o chi ha sottoscritto un abbonamento con la tivù satellitare, è tenuto al pagamento. Il canone si paga una volta sola, indipendentemente dagli apparecchi televisivi presenti nella stessa abitazione. Gli intestatari di due abitazioni pagheranno la tassa solo nel luogo in cui dichiarano di essere residenti.

Esenzione canone Rai 2018

I cittadini che non possiedono un apparecchio tv hanno la facoltà di comunicarlo all'Agenzia delle Entrate entro il 31 gennaio 2018. Per fare ciò, si dovrà utilizzare l'apposito modello presente sul sito dell'Agenzia delle Entrate nella sezione 'Canone TV'.

Pubblicità

Ad ogni modo, è consigliabile presentare la richiesta entro il 31 dicembre 2017, così da evitare che possa scattare la prima rata prevista proprio per il primo mese del nuovo anno. Per le modalità di invio della dichiarazione sostitutiva, può avvenire per via telematica. Tuttavia, nel caso in cui non sia possibile presentare richiesta telematicamente, sarà possibile inviare il modello tramite servizio postale tradizionale con una raccomandata al seguente indirizzo: 'Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino'.

Esenti dal canone Rai 2018 sono anche i cittadini che hanno compiuto i 75 anni di età e il cui reddito annuale non supera i 6.713,98 euro. È opportuno sottolineare che chi dichiarerà il falso dovrà rispondere di responsabilità penale.

#esenzione canone Rai