Pubblicità
Pubblicità

A seguito dell'inserimento del #Canone Rai in bolletta deciso dal governo attraverso la legge di Stabilità 2016, al fine di combattere il fenomeno dell'evasione fiscale, non sono di certo mancate le polemiche e soprattutto le proteste da parte delle associazioni dei consumatori. Nonostante il fatto che la tassa televisiva sia stata inserita all'interno della bolletta dell'energia elettrica [VIDEO], in tanti avrebbero deciso di non ottemperare al pagamento della #tassa e scorporare dalla fattura l'importo destinato al Canone Tv, o nella peggiore delle ipotesi, dichiarare indebitamente il non possesso dell'apparecchio televisivo.

Non pagare il Canone è evasione fiscale

Nonostante il fatto che una buona percentuale di abbonati sia stata recuperata grazie alla manovra che ha deciso l'inserimento del Canone Rai in bolletta [VIDEO], uno svariato numero di persone avrebbe scelto di non pagare la tassa e pagare il solo importo previsto per il solo consumo di energia elettrica attraverso un bollettino postale a parte e destinato direttamente alla società elettrica.

Pubblicità

L'abbonamento Rai però, in quanto tassa va sempre pagato e non ottemperare al pagamento della stessa, comporta una vera e propria evasione fiscale. La posizione di un soggetto che non ha pagato la tassa si aggrava se l'evasione della stessa viene commessa attraverso dichiarazioni non veritiere, ossia in fase di autocertificazione per l'eventuale esenzione del Canone Rai, in quel caso oltre alla sanzione prevista dall'#agenzia delle entrate per non aver ottemperato al pagamento della tassa, si potrebbe incorrere in una denuncia penale per false attestazioni, reato che prevede in caso di condanna un pena che arriva fino a 2 anni di reclusione.

Prevista una multa per chi non ha pagato la tassa televisiva

Arrivati alla resa dei conti e dopo aver recuperato gran parte del denaro perso negli ultimi anni dalla tassa televisiva non pagata, l'Agenzia delle Entrate ha reso noto che verranno effettuati eventuali controlli sia sulle dichiarazioni di esenzione dal pagamento della tassa, che sull'eventuale evasione fiscale derivata dal mancato pagamento della stessa.

Pubblicità

In caso di verifica e di contestazione del mancato pagamento dell’abbonamento Tv, è prevista una sanzione da 200 a 600 euro, oltre al pagamento della tassa comprensiva di arretrati ed eventuali interessi maturati, questo è quanto diramato dalla legge di bilancio 2016.