#Whatsapp continua la sua inarrestabile crescita nel mondo della messaggistica istantanea. Ancora oggi, l’applicazione risulta tra le più diffuse ed utilizzate in quest’ambito grazie agli innumerevoli cambiamenti che, di volta in volta, gli sviluppatori introducono per mezzo degli appositi aggiornamenti software. Dell’evoluzione del servizio, in questo ultimo periodo, ne abbiamo parlato tantissimo, facendo richiamo alla possibilità di mettere in evidenza determinate conversazioni, così come abbiamo sottolineato le future possibilità che consentiranno di archiviare specifiche chat per poi riprenderle in un secondo momento. Quest’oggi, però, vogliamo parlarvi di cinque comportamenti che, verosimilmente, potrebbero determinare il blocco o la sospensione del vostro account su WhatsApp e molti di questi vengono spesso portati a termine in buona fede.

Pubblicità
Pubblicità

Come evitare il ban su WhatsApp

Una delle motivazioni che potrebbero condurre all’indisponibilità della propria utenza consiste nell’invio di un elevato numero di messaggi a gente che, in realtà, non si conosce: infatti, come ben sappiamo, il consiglio è quello di intraprendere conversazioni solo con amici e parenti di cui possediamo il numero e che, a loro volta, hanno memorizzato il nostro in rubrica.

Un ulteriore campanello d’allarme che rischierebbe di dar vita a conseguenze negative è il blocco del nostro numero ad opera di più persone, magari proprio in seguito ad un tentativo di chat: questo farebbe ritenere che il comportamento condotto non sia tra i più educati, per diversi motivi e, di conseguenza, ciò porterebbe ad un blocco preventivo dell’account, almeno per un determinato lasso di tempo.

Pubblicità

Il terzo motivo in grado di destare qualche sospetto si riferisce alla situazione in cui siano stati creati diversi gruppi nei quali molti partecipanti non hanno provveduto alla registrazione del numero del mittente. Come nelle circostanze descritte poco fa, WhatsApp suggerisce sempre di verificare che questo tipo di operazione sia stata concretamente portata a termine prima di procedere.

Molta gente è solita inviare uno stesso messaggio a più destinatati, senza però sfruttare le possibilità messe a disposizione dai gruppi (certamente più indicati a tale scopo): questo tipo di atteggiamento potrebbe far temere la sussistenza di un tentativo di spam e, quindi, portare al blocco dell’account.

Infine, com’è ovvio che sia, vi ricordiamo che un simile epilogo potrebbe conseguire anche alla violazione di specifici punti presenti nei termini di servizio di WhatsApp.