Notizia delle ultime ore, riportata dal quotidiano "La Stampa", è quella inerente le nuove truffe dell'estate. Gli hacker, infatti, starebbero sfruttando la nota chat per smartphone, #Whatsapp, utilizzata in tutto il mondo, per mettere in atto una serie di azioni fraudolente. Le forze dell'ordine, che si stanno mobilitando per cercare di risalire ai responsabili, stanno avvisando tutti gli utenti di prestare molta attenzione a qualsiasi tipo di messaggio o di offerta che arrivi sul proprio telefono.

Cosa si può rischiare?

Sicuramente, come in tutte le truffe, il rischio maggiore è quello di rimetterci molti soldi: in alcuni casi, infatti, basta cliccare su un semplice link per finire nel mirino degli hacker e per veder scattare un abbonamento ad un sito web che "ruberà" dei soldi direttamente dal credito.

Pubblicità
Pubblicità

La #Polizia postale avverte, inoltre, che questi messaggi e link di solito arrivano da contatti presenti in rubrica, dunque è necessario prestare maggiore attenzione alle comunicazioni che giungono sullo #Smartphone e, quando non si è sicuri dell'avviso ricevuto, è bene evitare di aprire qualsiasi link. I truffatori cercano di catturare le attenzioni, promettendo dei falsi buoni spesa presso le maggiori catene di supermercati, ma anche negozi di elettronica come Mediaworld, che si possono ottenere semplicemente rispondendo ad un questionario. In realtà, dopo aver cliccato sul link, invece di essere indirizzati alla pagina web prevista, si cade nella trappola che, spesso, può comportare anche delle spese molto pesanti.

Rischio di perdere i soldi sul conto corrente

Inoltre la polizia sta mettendo in guardia anche da un altro caso, molto più grave del precedente.

Pubblicità

Infatti, sempre tramite WhatsApp, i truffatori sarebbero addirittura in grado di svuotare il conto bancario delle vittime, usando delle tecniche più complesse e raffinate, ovvero rubando i codici di accesso al conto personale, per prosciugarlo completamente. Sempre attraverso l'invio di un link sullo smartphone della vittima, gli hacker possono installare un virus in grado di accedere e di recuperare tutti i dati personali e bancari del soggetto in questione. Le forze dell'ordine hanno diramato un avviso ai possessori di carte Postepay o Postepay Evolution di prestare attenzione, poiché potrebbero arrivare dei messaggi in cui si avvisa che la propria carta è stata bloccata e che è necessario inserire i propri dati per riutilizzarla: una tattica semplice ma spesso efficace, che viene usata dai criminali per rubare i codici della carta e accedere al conto del malcapitato.