Da quando #Nokia ha terminato la collaborazione con Microsoft per la produzione di smartphone, sono molte le novità che bollono in pentola. I Microsoft Lumia non hanno avuto il successo sperato, complice anche la scarsità di app per la piattaforma Windows Phone rispetto a quelle che si possono trovare su Android e iOS.

Ecco quindi che Nokia è tornata sul mercato dopo la scadenza della collaborazione con l'azienda di Redmond, con la produzione di #smartphone recanti il marchio della casa finlandese: esattamente come ai vecchi tempi. E proprio come ai vecchi tempi, un'altra buona notizia per gli amanti della casa di telefonia famosa per avere creato i cellulari indistruttibili che tanti ancora oggi ricordano.

Pubblicità
Pubblicità

Ritorna anche la partnership storica con Zeiss: un accordo esclusivo con la casa ottica che permetterà di montare sui futuri smartphone Nokia fotocamere di altissima qualità dotate delle storiche ed inimitabili lenti professionali Zeiss.

Nokia: Android e non solo

Che Nokia desiderasse distaccarsi da un passato che l'ha vista coinvolta attivamente nella promozione del sistema operativo mobile Windows Phone è piuttosto evidente: d'altronde la piattaforma di Redmond non ha avuto il successo sperato e gli utenti sono alla ricerca costante di dispositivi in grado di eseguire tutte le applicazioni necessarie. Lo Store di Windows Phone era noto per essere poco rifornito rispetto alla concorrenza, rendendo di fatto la piattaforma di Microsoft poco efficiente in ambito mobile, rimanendo ovviamente un'eccellenza nel settore PC.

Pubblicità

Nokia e ZEISS: di nuovo insieme

I prossimi smartphone Nokia saranno prevalentemente dotati di sistema operativo Android, ma è la ritrovata partnership con ZEISS la vera rivoluzione (o meglio, ripresa del passato) che sarà in grado di sorprendere gli utenti: gli smartphone Nokia avranno una qualità della fotocamera presumibilmente superiore rispetto alla concorrenza, rendendoli di fatto un'ottima scelta per chi utilizza parecchio lo smartphone per scattare foto e non si accontenta della qualità amatoriale che la media degli smartphone è in grado di offrire.

L'utente che sta a metà tra chi scatta poche foto (e non sceglie il dispositivo in base alla qualità della fotocamera) e il fotografo professionista (che non si accontenta della fotocamera dello smartphone) potrà senza dubbio beneficiare dalla ritrovata partnership tra la casa finlandese e Zeiss.