Ormai la rete ha un ruolo sempre più centrale nelle nostre vite, e tra gli aspetti interessati da questa tecnologia c'è anche quello dell'amore. Ormai oltre un terzo dei matrimoni è frutto di una conoscenza fatta su internet. I siti di #incontri per single sono utilizzati da milioni di persone in tutto il pianeta, e questo ha cambiato anche il modo di percepire la società, favorendo l'incontro tra persone di culture diverse e dunque i matrimoni misti. Vediamo quale è il quadro emerso da una ricerca condotta negli Stati Uniti e riportata dalla rivista italiana Focus.

L'avvento di internet

In passato la maggioranza delle coppie nasceva attraverso la cerchia di amici o dei posti frequentati, dal luogo di lavoro alla scuola passando per la palestra.

Pubblicità
Pubblicità

Molte persone conoscevano il proprio partner grazie ai propri amici o agli "amici degli amici". Con l'avvento della rete queste dinamiche sono cambiate e stanno cambiando sempre di più. Ad oggi secondo alcune stime sarebbero oltre trentatre milioni i cittadini europei che cercano l'anima gemella tramite la rete, e di questi nove milioni sarebbero italiani. La rete agevola la formazione di coppie tra perfetti sconosciuti, persone che senza il supporto del web non avrebbero avuto praticamente nessuna possibilità di conoscersi.

Negli Usa, dove è stata effettuata la ricerca, conoscersi su internet è il secondo metodo più comune per trovare la propria anima gemella tra le persone eterosessuali ed il primo tra quelle omosessuali. E anche in Italia almeno una persona su quattro ha conosciuto un amore tramite la rete.

Pubblicità

Cresce il numero dei matrimoni misti

Le app ed i siti di #dating che connettono tra loro iscritti di tutto il mondo hanno portato negli Stati Uniti - e non solo lì - ad un costante aumento delle relazioni miste, ovvero tra persone di diversa nazionalità. Il numero delle unioni miste è cresciuto di pari passo alla diffusione di siti e app che connettono tra loro persone di tutto il mondo. Il legame è infatti evidente: nel 1995 con l'apertura del primo popolare sito per la ricerca dell'anima gemella sono iniziati ad aumentare i matrimoni tra persone di nazioni diverse, e sono cresciuti ancora di più dal 2000 in poi, quando è cresciuto in modo considerevole il numero di utenti attivi in queste piattaforme. Un ulteriore aumento si è verificato nel 2014 con l'arrivo di #tinder, che con 50 milioni di utenti nel mondo è l'app di dating più usata.

Coppie più durature

I matrimoni nati grazie all'ausilio della rete sarebbero persino più duraturi. Alcune rilevazioni hanno infatti evidenziato come tra i legami nati in rete si registra una percentuale di separazioni e divorzi inferiore a quello relativo alle coppie che si sono conosciute nella vita reale [VIDEO]. Un dato sorprendente, che smentisce quanto saremmo comunemente portati a credere.