Pubblicità
Pubblicità

Grave problema di #sicurezza per i #Mac che montano la versione più aggiornata del sistema operativo #Apple, MacOS High Sierra, che consentirebbe a chiunque di poter accedere al computer senza bisogno della necessaria password; questo significa in buona sostanza che qualsiasi persona può entrare nel computer altrui, modificando, cancellando o rubando i file personali salvati in memoria

La falla nel sistema di sicurezza consentirebbe inoltre di installare software dannosi sul dispositivo, come quello che registra quanto si digita sulla tastiera al fine di acquisire informazioni riservate, senza che il proprietario ne sia a conoscenza.

Pubblicità

Insomma un bel guaio a cui la Apple [VIDEO], stando alle fonti ufficiali, starebbe cercando di porre rimedio, lavorando su una correzione del sistema operativo.

Nel frattempo pubblicata una guida

In attesa che il problema venga definitivamente risolto, la Apple ha provveduto a rendere pubblica una apposita guida per coloro che desiderano dormire sonni tranquilli; si tratta in sostanza di indicazioni su come impostare una password che impedisca un accesso non autorizzato sui Mac che presentano la falla.

A scoprire il grave problema sarebbe stata una sviluppatrice turca, Lemi Orhan, che ha immediatamente avvisato la Apple attraverso un semplice tweet e rivelando che digitando la parola "root" come nome utente e premendo invio due volte senza inserire alcuna password, è effettivamente possibile entrare in qualsiasi Mac dotato dell’ultimo sistema operativo.

Pubblicità

Perché l’utilizzo di 'root'

Tyler Moffitt, analista della compagnia di sicurezza informatica Webroot, ha accolto con sorpresa la notizia della clamorosa falla della Apple, dovuta evidentemente ad un problema in fase di controllo qualità sul nuovo sistema operativo MacOS High Sierra.

L’account "root" che consente a chiunque di entrare in un Mac senza bisogno di conoscerne la password, sarebbe un utente privilegiato in grado di avere più accessibilità al sistema operativo che, durante le fasi di controllo qualità, non è stato disattivato come impostazione predefinita, da qui la nascita del problema per numerosi utenti.

La Apple ha reso noto che coloro che desiderano modificare questa impostazione, possono accedere al proprio account dal menu Preferenze di Sistema del proprio Mac, oppure affidarsi alla guida pubblicata, seguendo le istruzioni indicate.