Pubblicità
Pubblicità

#Whatsapp, come da molto tempo accade, si sta lentamente trasformando grazie all’implementazione di svariate possibilità di utilizzo [VIDEO] che i più assidui frequentatori di questa chat gradiranno senza ombra di dubbio.

In questo articolo vogliamo parlarvi di un curioso trucchetto inerente proprio a WhatsApp che, in questo modo, diventerebbe ancora più efficace e pratica. Per attuare il tutto sarà indispensabile il contributo di alcuni tool di terze parti a cui, di pari passo, andranno poi associati accorgimenti tecnici che sarà lo stesso utente a dover effettuare.

Volendo essere maggiormente precisi, gli apparecchi meglio indicati per adottare la funzionalità descritta di seguito rimangono gli smartphone #Android, a scapito degli iPad e iPhone di Apple con a bordo iOS.

Pubblicità

Come ottenere il massimo delle prestazioni da WhatsApp

Uno dei primi consigli che certamente sentiamo di rivolgervi è quello di sfruttare due account di WhatsApp grazie all’installazione di Parallel Space, utile applicazione rintracciabile sul Google Play Store. Si tratta di una possibilità di cui, onestamente, in molti sentono la necessità e sorprende il fatto che gli sviluppatori non abbiano scelto di implementarla nativamente. Comunque sia, a tutto esiste una soluzione, percorrendo strade secondarie.

Creando diversi ambiti di utilizzo sarà dunque possibile usare WhatsApp differenziandone le conversazioni tra familiari, amici, colleghi e via dicendo, facendo leva su una doppia numerazione (il codice di verifica, però, dovrà essere recapitato su altro smartphone). Parallel Space funziona tranquillamente anche con altri servizi come #facebook, Telegram e via dicendo.

Pubblicità

Fate però attenzione al consumo energetico, in quanto l’esecuzione contemporanea di due istanze richiederà certamente più risorse. Pertanto, si sconsiglia l’installazione del suddetto programma a bordo di telefoni base di gamma o non in grado di raggiungere in sicurezza un’autonomia che sappia coprire l’intera giornata.

Però, una valida alternativa da considerare, nel caso disponiate almeno della versione Android 5.0 Lollipop, è quella di abilitare l’account guest (un po’ come avviene sui sistemi Windows per desktop). Così facendo verrà generato un ambito totalmente distinto da quello che tipicamente viene usato dalle applicazioni installate sul telefono [VIDEO]. Chi di voi era a conoscenza di queste soluzioni per quanto riguarda il doppio account su WhatsApp?