Pubblicità
Pubblicità

L'azienda creatrice di #Whatsapp sta continuando a crescere e ad aggiornare la sua applicazione anno dopo anno. Le ultime notizie sull'app di messaggistica ci rivelano che a partire dal 31 dicembre, WhatsApp non potrà più essere utilizzato da alcune tipologie di utenti i cui smartphone non supportano i requisiti necessari [VIDEO] per l'utilizzo dell'app. Vogliamo ricordare che all'inizio del 2017, l'azienda aveva già effettuato una prima cernita che escludeva gli utenti che avevano nei propri #cellulare la versione Android 2.3.3, Windows 7 e iOS 6.

Tutti questi accorgimenti servono a far si che l'applicazione funzioni correttamente e possa stare sempre al passo con il tempo.

Pubblicità

Ciò fa anche si che tutte le novità tecnologiche non possano essere supportate da tutti quegli smartphone considerati 'datati'.

Ecco in quali dispositivi non funzionerà più

WhatsApp ha stilato un elenco di modelli in cui l'applicazione non funzionerà più e la maggior parte di essi sono aziende che nel corso nel tempo non sono riusciti a tenere banco nel mercato e non sono saputi stare al passo con i tempi e con i vari aggiornamenti. Alcuni di questi sono: BlackBerry 10, Symbian S60, BlackBerry OS e Nokia S40 ai quali si aggiungeranno la versione Android 2.1 e 2.2 e Windows Phone 8.0.

L'azienda ha fornito delle istruzioni per chi possiede i modelli di telefono sopra elencati [VIDEO], spiegando che chi vorrà continuare ad utilizzare WhatsApp dovrà scaricare un sistema operativo più aggiornato.

Pubblicità

La società ha infine dichiarato che i sistemi operativi e i cellulari sopra elencati sono stati di grande aiuto quando l'applicazione è stata lanciata, ma purtroppo adesso non sono più in grado di supportare tutti i nuovi aggiornamenti che la società ha in mente per i suoi utenti.

Gli utenti di WhatsApp si dividono in due

La cosa ha creato del malcontento tra la popolazione. Molti credono che alcuni aggiornamenti non sono affatto necessari e che potrebbero essere evitati anche per non 'intasare' troppo la memoria dei propri smartphone. Un'aggiornamento che per esempio non è molto piaciuto è quello dedicato alle 'Storie', che sono state presenti dapprima su Instagram e poi su Facebook.

In tanti sono gli utenti che non ritengono ulite questa opzione, mentre ad altri la cosa è piaciuta. La recente introduzione della funzione che ci permette di eliminare i messaggi inviati è invece cosa gradita a tutti, anche se molti si sono lamentati del fatto che una volta cancellato il messaggio il destinatario riceverà una notifica dell'avvenuta eliminazione.