Pubblicità
Pubblicità

Le #password sono la chiave per proteggere i nostri dati personali che, inevitabilmente, inseriamo per accedere ai servizi online [VIDEO] disponibili in rete. Per questo motivo è importantissimo utilizzare codici sicuri per ridurre al minimo il rischio che hackers o semplici curiosi possano introdursi nei nostri account su personal computers e smartphone. Per sensibilizzare gli utenti sulla necessità di utilizzare chiavi d’accesso difficili da scoprire, SplashData, come ogni anno, ha redatto la classifica delle cento peggiori password utilizzate dagli utenti del web.

Quali sono le password da non usare

La classifica delle password più facili da scoprire è stata redatta da SplashData analizzando i database dei dati rubati dagli hackers nel corso del 2017.

Pubblicità

Da questa analisi emerge, sicuramente, una scarsa fantasia da parte degli utenti, che pur di non fare lo sforzo di ricordare una password appena un po’ più complicata, si affidano a parole o serie di numeri dalla semplicità disarmante e, proprio per questo, facili da scoprire.

Al primo posto, come negli anni passati, continua a comparire la sequenza numerica ‘123456’ seguita dalla parola ‘password’, circostanza fa nascere il dubbio che molti internauti prendano eccessivamente alla lettera la dicitura ‘digita password’. Sul terzo gradino del podio si piazza la versione prolungata del vincitore ‘12345678’.

Scorrendo la classifica compaiono parole semplici come ‘welcome’, ‘football’, ‘iloveyou’ o addirittura ‘letmein’, vale a dire ‘fammientrare’ in inglese, e ‘starwars’ che fa il suo ingresso nel novero delle combinazioni più utilizzate grazie all’attualità del nuovo capitolo della saga nei cinema di tutto il mondo in queste settimane.

Pubblicità

Come scegliere password sicure per i nostri account

La classifica [VIDEO]delle password più utilizzate deve essere considerata, secondo l’amministratore di SplashData, Morgan Slain, come un elenco di chiavi da non utilizzare proprio perché gli hacker giocano sulle abitudini degli utenti ed hanno gioco facile nel violare gli account protetti da codici così elementari.

Il consiglio da seguire per proteggere al meglio le proprie e-mail, l’accesso al conto bancario, le foto private ed altri documenti sensibili è quello di utilizzare maggiormente la fantasia per comporre password che contengano contemporaneamente numeri, lettere maiuscole e minuscole e simboli come @, #, §, anche se risulteranno difficili da ricordare per i primi accessi. Altro prezioso suggerimento è quello cambiare spesso le password utilizzate e di non utilizzare mai la stessa per più account. #sicurezza #informatica