Da domani 15 giugno 2017 finalmente chiamare, inviare sms e navigare in internet all'interno dell'#Unione Europea avrà gli stessi costi del proprio paese. E' stata infatti approvata dal Parlamento Europeo insieme alla Commissione una nuova normativa che abolisce i costi extra per il #roaming nell'UE. Si tratta di un importante novità che renderà felice chi viaggia spesso, magari per lavoro, all'interno dell'Unione e che andrà a rivoluzionare l'attuale sistema senza però danneggiare i piccoli operatori virtuali. Sono infatti previsti dei paletti e delle regole. Ecco tutte le principale caratteristiche.

Roaming senza limiti di tempo ma...

E' possibile quindi telefonare, inviare sms o navigare allo stesso costo del proprio piano tariffario senza alcun limite temporale.

Pubblicità
Pubblicità

Nessuna tariffa a tempo dunque o alcuna gabola simile ma soltanto controlli periodici dopo qualche mese. Lo scopo è quello di evitare l'utilizzo stabile delle Sim straniere a basso costo in paesi con tariffe maggiori anche al fine di non danneggiare gli operatori di quel paese. In questi caso l'operatore, previo avviso, contatterà il cliente che dovrà chiarire la propria posizione per evitare l'applicazione delle "penali". Ad ogni modo i costi supplementari applicati saranno di pochi centesimi ed inferiori agli attuali.

Lavoratori agevolati e integrazioni ai servizi attivi

E' chiaro che, ad ottenere un buon vantaggio, è chi il roaming lo utilizza per lavoro come i transfrontalieri che potranno agganciarsi al proprio operatore nazionale una volta al giorno per evitare tariffe extra. Inoltre sarà facoltà di scegliere se mantenere o meno attivi eventuali servizi roaming già in vigore con il proprio operatore tenendo conto che le nuove regole riguardano anche viaggi di studio, vacanze o appunto lavoro.

Pubblicità

E' importante notare che, nonostante la data ufficiale sia il 15 giugno, diversi operatori europei hanno già applicato il roaming gratuito da alcuni mesi. Dal 2018 si prevede inoltre di garantire il libero accesso, anche all'estero, ai servizi per i quali è previsto il pagamento di un abbonamento quali musica, libri e altri.

E i vari operatori come hanno reagito?

Come appunto già detto, operatori quali Tre-Wind hanno già applicato l'abolizione dei costi per le chiamate ricevute all'estero ma non è tutto. La TIM ha anche previsto un pacchetto aggiuntivo per avere sms e minuti non solo in Europa ma anche negli USA con un costo di venti euro, la Vodafone applicherà le nuove tariffe roaming da domani mantenendo comunque valido lo Smart Passport e la Wind ha introdotto un'offerta "Easy Europe" con costi abbastanza convenienti. Si tratta dunque di una "Digital Revolution" che si spera continui e porti ad una riduzione delle tariffe anche all'interno di quei paesi dove gli operatori applicano piani tariffari con prezzi troppo elevati. Buon viaggio! #Smartphone