Oggi, venerdì 17 marzo 2017, si festeggerà San Patrizio, Santo patrono irlandese, il cui giorno commemorativo è entrato a far parte da diversi anni anche della nostra cultura. Per esorcizzare lo spauracchio di molti superstiziosi terrorizzati dal "venerdì 17", parliamo di un affascinante argomento: l'#Oroscopo #celtico o oroscopo degli alberi.

Tutti conosciamo e abbiamo spulciato almeno una volta un oroscopo: vuoi per curiosare, vuoi per ridere, vuoi per altri motivi, ma tutti sappiamo il nostro segno astrologico di nascita. Ciò che non tutti sanno è che esistono oroscopi appartenenti ad altre culture, come ad esempio quello cinese e quello celtico.

Pubblicità
Pubblicità

Scopriamo insieme quali sono alcuni dei segni (o meglio alberi) che lo compongono.

I segni dell'oroscopo "verde"

Pioppo (dal 4 all'8 febbraio - dall'1 al 14 maggio - dal 5 al 13 agosto - dal 3 all'11 novembre): i pioppi sono consacrati al regno dei morti, sono individui contemplativi, amano la natura e la bellezza, ma il loro senso critico non permette loro di godere appieno dei piaceri della vita. Sono degni di fiducia e sanno esprimere gentilezza e un reale senso di responsabilità.

Abete (dal 2 all'11 gennaio - dal 5 al 14 luglio): l'abete è uno degli alberi più antichi. Eterno scopo dei nati sotto questo segno è la Ricerca verso la verità e gli ideali. Vitale e battagliero è un amante fedele, a volte soffocante. È onesto e suscettibile, ma molto positivo e spinge il prossimo a migliorare e progredire.

Pubblicità

Bagolaro (dal 14 al 23 agosto - dal 9 al 18 febbraio): i nati sotto questo segno conducono spesso una vita inconsueta ed affascinante e rimangono scolpiti nella memoria di chi gli vive accanto. Amano brillare in società e sprecano energie per farsi notare. Odiano la noia e amano tutte le attività artistiche e creative. Sono intelligenti e insolenti, ma sanno gestire la loro irriverenza.

Cipresso (dal 25 gennaio al 3 febbraio - dal 26 luglio al 4 agosto): i cipressi sono il simbolo della longevità. Tollerano il passare degli anni e sono molto altruisti, mettendo a volte da parte sé stessi. Hanno un culto profondo dell'amicizia e sanno farsi amare.

Tiglio (dall'11 al 20 marzo e dal 13 al 22 settembre): i tigli dedicano all'amicizia e alla compassione gran parte della loro vita. Sono distanti dalla falsità e sono molto diplomatici. Hanno bisogno di partner tranquilli e ricchi di fantasia. Amano stare con i bambini e sono genitori apprensivi, ma affidabili.

Castagno (dal 15 al 24 maggio e dal 12 al 21 novembre): i castagni tengono molto a sviluppare il proprio interiore e curano molto anche la loro immagine.

Pubblicità

Sono rigorosi moralisti, dalla sensualità nascosta e hanno un forte senso del pudore. Sono nobili nell'animo e in costante miglioramento.

Betulla (24 giugno): i nativi della betulla sono viaggiatori instancabili, dal profondo senso degli affetti e della famiglia amanti dei rebus e dei giochi enigmatici. Presentano un eccessivo zelo e, a volte, risultano freddi e cinici, ma sanno donare amore con sincerità.

Olmo (dal 12 al 24 gennaio e dal 15 al 25 luglio): gli Olmi sono conformisti in modo quasi disarmante, moralisti, ma anche molto generosi. Hanno fiducia nella natura umana e sono sempre alla ricerca della giustizia perché, spesso, rimangono delusi dalle proprie esperienze di vita.

Salice (dall'1 al 10 marzo e dal 3 al 12 settembre): i salici tendono alla malinconia e alla nostalgia. Sono perfetti artisti introversi che temono l'abbandono e sono terrorizzati dal senso della morte che, a volte, li rende melodrammatici.

Ulivo (23 settembre): Severo e sottile, l'ulivo è l'emblema dell'oroscopo celtico del fuoco e del calore. I nati sotto questo segno sono simboli di pace, forza, purificazione. Tendono a non prevalere sugli altri e godono di ottima salute.

Pino (dal 19 al 29 febbraio e dal 24 agosto al 2 settembre): si tratta di un segno molto intelligente, ma implacabile e porta avanti la sua vita senza alcun segno di cedimento. È passionale e travolgente, ma perfezionista. #sanpatrizio