L'#attività sessuale, o meglio, la buona attività è sulla bocca di tutti. Al bar, in televisione, nei quotidiani, nelle riviste specializzate e anche in quelle pattinate. Al riguardo, GQ Italia ha riservato un ampio spazio a un documentario scientifico basato sulla misurazione dell'attività cerebrale di cinque volontarie. E non cinque donne qualunque, bensì femmine in grado di raggiungere non solo orgasmi multipli, ma anche i cosiddetti super-orgasmi..

Pubblicità

Pubblicità

Lo studio scientifico messo in onda su Channel 4 si proponeva di collegare l'alta attività del cervello femminili all'intensità degli orgasmi raggiunti. Intensità, che secondo i dati rilevati dagli esperti e dall'esperienza vissuta dalle volontarie, può essere anche 100 volte superiore rispetto a quello “normale”.

I misteri dell'orgasmo femminile

Come sappiamo alcune donne assicurano di non essere proprio in grado di raggiungere l'orgasmo. Ma la scienza ha confermato più volte che dal punto di vista fisiologico non è possibile affermarlo, perché tutte le donne sarebbero “biologicamente” predisposte. In effetti, spiegano i sessuologi che hanno condotto la ricerca, tutte loro hanno organi erettili nella vulva, quali responsabili diretti dell'orgasmo femminile. Inoltre, assicurano che la donna non ha bisogno di tempi di recupero come l'uomo, e quindi possono avere orgasmi in successione, se non viene interrotta la stimolazione degli organi erettili. Tuttavia, continuano gli esperti, per raggiungere tali livelli sarebbe necessaria una adeguata educazione sessuale su base scientifica..

Pubblicità

Lo stato orgasmico

Secondo i sessuologi, l'uomo avrebbe un particolare bisogno di imparare a stimolare la propria partner. E se la donna riuscisse a sua volta a rilasciare alti livelli di ossitocina, vale a dire quell'ormone responsabile della sensazione di felicità cerebrale, le cose sarebbero decisamente più facili. Al riguardo, il dottore sessuologo Vincenzo Puppo confermerebbe che “tutte le donne possono provare lo stato orgasmico, anche dopo i 50 anni, perché la menopausa non ha conseguenza sulla clitoride!”

Infine, lo studio-documentario emesso su Channel 4, ha voluto dimostrare che il raggiungimento dello stato orgasmico sarebbe non solo direttamente collegato alla estrema felicità di coppia, anche alla fertilità femminile, e che questa aumenterebbe di oltre il 15 per cento. #super orgasmo