Da Torino [VIDEO] a Morgex, in Valle d'Aosta, passando da Collegno, Venaria, Rivoli, Vercelli, Galliate (Novara) e Verbania. Sono tante le scuole che hanno aderito alla "Missione Agenti Pulenti" ideata dai Lions, la più grande associazione di servizio del mondo, giunta quest'anno alla sua terza edizione.

Sensibilizzare i #giovani alla conoscenza, al rispetto e alla salvaguardia dei monumenti è l'obiettivo del service, che promuove momenti di confronto e di educazione sui temi della conoscenza della nostra storia, del rispetto dei beni di interesse storico e artistico, e in generale di educazione alla cittadinanza, rivolti ai giovani studenti della scuola primaria.

Pubblicità
Pubblicità

Insegnanti di eccellenza per educare i giovani

"L'invito del #Lions Club International a proseguire la collaborazione rappresenta per noi un importante segno di riconoscimento del lavoro svolto fino ad ora. Alla luce degli esiti positivi della scorsa edizione, confermiamo la nostra adesione a questo bel progetto che costituisce un importante opportunità per sensibilizzare ed educare al patrimonio i più giovani". Sono le parole con cui Stefano Trucco, presidente del Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale ha presentato, questa mattina presso il Centro, l'edizione 2017 dell'iniziativa.

Dello stesso tenore l'adesione al progetto da parte della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, Valeria Moratti: "Sono compiaciuta per l'iniziativa, atta a stimolare negli alunni delle classi della scuola primaria la conoscenza e la conservazione del monumenti presenti sul territorio".

Pubblicità

Orgogliosa del consenso ricevuto Gabriella Gastaldi, Governatore del Distretto Lions 108Ia1, che raccoglie 2.400 soci di 73 club della Valle d'Aosta e del Piemonte, nell'anno delle celebrazioni del Centenario dell'Associazione, fondata nel 1917 da Melvin Jones. "Con questa iniziativa - ha spiegato - intendiamo promuovere il senso civico e culturale nei nostri ragazzi".

Tre le fasi della "Missione": conoscere, imparare, intervenire

La "Missione", che quest'anno coinvolge 700 ragazzi degli ultimi anni della scuola primaria, si articola in tre fasi, che si svolgeranno tra marzo e maggio e saranno gestite dagli insegnanti delle scuole che hanno aderito al progetto, dagli esperti del Centro di Conservazione e Restauro e da tecnici della Soprintendenza. La prima fase è quella della "conoscenza" e si svolge a scuola, in aula, dove agli studenti saranno spiegate le caratteristiche storiche e artistiche dei monumenti. La seconda fase, denominata "imparare", sarà gestita dai funzionari della Soprintendenza e prevede l'approfondimento del tema del rispetto e della tutela dei Beni Culturali.

Pubblicità

Infine la fase dell'intervento vero e proprio, nella quale gli studenti, sotto la guida di esperti restauratori, si cimenteranno nella delicata operazione di "pulire" alcune parti di monumenti prestabiliti, come l'Albero della Pace di piazza Martiri della Libertà, a Rivoli.

"Il service abbraccia i settori giovani e #Ambiente, che rappresentano due delle quattro macro-aree sulle quali il Lions Club International ha deciso di concentrare le iniziative per il centesimo anniversario della sua fondazione. Gli altri due settori di intervento sono la fame e la vista, e anche su queste aree stiamo organizzando molte iniziative", ha concluso Gastaldi, ricordando i numeri dell'Associazione, che conta 1.400.000 soci organizzati in oltre 46.000 club di 209 Paesi.