Nella giornata che è finita al centro della cronaca per il falso allarme bomba alla stazione di Porta Nuova, è giunta invece una importante novità che farà contenti tutti gli appassionati che nell'ultimo periodo si stanno avvicinando sempre più a questa disciplina. Il Muay Thai sbarca a #torino con una delle sue manifestazioni più importanti a livello mondiale, il Thai Fight: the King of Muay Thai. Dopo aver toccato le principali città del mondo, tra cui Londra e Bangkok ed avere in programma altre tappe come Parigi l'8 aprile, sabato 27 maggio sarà il capoluogo piemontese ad ospitare questo prestigioso evento che vedrà salire sul ring atleti del calibro di Antoine e Victor Pinto o di Sayok e P.T.T. Una disciplina che negli ultimi anni ha visto proliferare corsi per principianti alle prime armi, così come per chi vuole tentare di diventare un professionista, specialmente a Torino dove sono sempre più gli appassionati che si sono avvicinati al mondo del Muay Thai.

Muay Thai al Palaruffini

E così, sabato 27 maggio saranno presenti tutti i migliori atleti del momento al Palaruffini, l'impianto che ospita le partite interne dell'Auxilium di serie A1. Il prestigioso impianto sito all'interno dell'omonimo parco non è nuovo ad #Eventi di questa caratura, basti pensare al torneo pre-olimpico di basket o l'evento Thai Boxe Mania del 27 gennaio. A distanza di quattro mesi si aprono di nuovo le porte alla disciplina asiatica che punta ad essere uno spettacolo a 360°, non solo per quel che riguarda il ring. Di contorno vi saranno anche importanti manifestazioni che esplicano in tutto e per tutto il significato della Thai; dalla cultura al cibo, ci sarà una sorta di invasione thailandese in città, con la partecipazione di tutti gli appassionati del settore. I tagliandi non sono ancora disponibili, così come non si conoscono ancora i prezzi, ma a breve, sicuramente entro la fine del mese, sarà possibile acquistare un biglietto per assistere al primo evento in Italia e si spera che sia il primo di una lunga serie. #Sport Torino