L’ex re dei paparazzi è tornato in questi giorni sulle pagine dei tabloid di #Gossip per la commovente e coraggiosa lettera che aveva inviato dal carcere di Opera in provincia di Milano, in cui è rinchiuso da circa un anno, alla conduttrice di Verissimo, Silvia Toffanin. Nella lettera Fabrizio Corona ha confessato di essere un uomo diverso e di aver avuto il tempo per riflettere sui suoi sbagli.

Ma non finisce qui. Infatti, secondo le notizie diffuse pubblicamente alcune settimane fa dal prete del carcere di massima sicurezza in cui è rinchiuso, don Mazzi, Corona verserebbe in gravi condizioni di salute psicofisica perché logorato dalla sofferenza, sotto l’effetto continuo di psicofarmaci.

Pubblicità
Pubblicità

Non vuole vedere più nessuno, neanche sua madre. Le sue condizioni sembrano farsi sempre più allarmanti.

Infatti, il settimanale Oggi ha rivelato che il mese scorso è stato trasferito in una cella singola, dopo essere stato medicato e sottoposto a sedativi dall’infermeria del carcere in cui è rinchiuso per scontare una pena di quasi 12 anni, dopo aver tentato il suicidio infilandosi cerotti sul viso per non respirare.

Secondo fonti confidenziali, non confermate, il settimanale ha ricostruito gli eventi accaduti quella tragica notte del 19 ottobre, tenuta nel massimo riserbo, quando in un momento di profonda disperazione #Fabrizio Corona non riuscendo a farsi una ragione di una condanna ritenuta spropositata per i suoi reati e reali responsabilità, ha cercato di togliersi la vita.

Attualmente la direzione del carcere ha assegnato a Corona una cella singola, nella quale è stato trasferito dopo essere stato dimesso dalla stanza dell’infermeria.

Pubblicità

Ad ogni modo le sue condizioni nell’ultimo periodo sarebbero migliorate, grazie forse alla sfogo pubblico che ha condiviso con tutti i suoi fan, e alla visita del figlio Carlos. Inoltre avrebbe ripreso ad allenarsi e a lavorare alla stesura del suo libro autobiografico che sta scrivendo insieme al fratello Federico Corona.