In un'intervista a Vanity Fair, Rosalinda Celentano e l'attrice Simona Borioni dichiarano il loro amore e si lasciano sfuggire i dettagli su come sia scoccata la scintilla. La loro storia è iniziata nel 1991, quando le due s'incontrarono per caso e l'attrazione fu tanto immediata quanto inaspettata. La Borioni all'epoca era accompagnata dal fidanzato Franco Oppini, ma questo non le impedì di turbarsi per quel battito di cuore inspiegabile.

Entrambe raccontano delle difficoltà legate all'accettazione della loro relazione da parte delle rispettive famiglie. Claudia Mori, a detta della figlia, è stata una madre severa e rigida, e forte è stata la reazione di fronte alla scoperta dell'omosessualità di Rosalinda (avvenuta prima della comparsa di Simona).

Pubblicità
Pubblicità

La ragazza infatti va via di casa a soli 18 anni. Di Adriano, lei racconta che le scrisse una lunghissima lettera a sfondo religioso e morale in cui esprimeva il suo disappunto per la scelta della figlia.

A distanza di anni, l'atteggiamento di mamma e papà si è leggermente ammorbidito, e l'accettazione è giunta per forza di cose. Resta però sempre viva l'apprensione per questa figlia, spesso in qualche modo legata ad una vita di eccessi e sregolatezze.

Nel caso di Simona, è prevalso il dispiacere di aver deluso i suoi genitori. Il padre tassista e la madre dalla salute cagionevole, hanno dovuto affrontare la doccia fredda quando i giornali una bella mattina pubblicano le foto di lei e Rosalida ritratte insieme. La notizia fu peraltro inoltrata dai vicini e contornata da pesanti critiche, per cui il senso di umiliazione si sentiva sulla pelle, unita anche al pensiero dell'effetto che questa realtà avrebbe avuto su Samuele, figlio di Simona.

Adesso le due donne confessano il desiderio di sposarsi in Italia e d'invitare Papa Francesco al #Matrimonio.

Pubblicità

Al momento il progetto risulta decisamente poco attuabile, ma non si può mai dire. Che ne pensate... si celebrerà questo matrimonio gay? E il Papa si unirà ai festeggiamenti? #Gossip