Lunedì 14 Settembre è stata messe in onda su #Sky Atlantic la prima puntata della mini serie Texas Rising. Negli Stati Uniti ha debuttato lo scorso 25 maggio, nel Memorial Day. Una serie di 10 episodi di History Channel che sfida ancora una volta le serie tv “odierne”. Il western nel 3°millennio ormai  è un po’ fuori moda e sicuramente il regista Roland Joffé e tutto il cast si sono assunti un bel rischio a buttarsi su questo genere. Forse proprio per questo genere un po’ vintage ha scelto un formato tipico degli anni Cinquanta e Sessanta: il cinemascope.  Un formato che deforma le riprese per ottenere fotogrammi a largo campo visivo. Una tecnica particolarmente adatta per riprendere il selvaggio e sconfinato west americano.

Pubblicità
Pubblicità

Siamo negli anni 30’ dell’Ottocento durante la Guerra d'Indipendenza del Texas tra il Messico e i coloni americani. Nel mezzo i popoli indigeni degli indiani d’America. La battaglia di Alamo, una delle più importanti di questa guerra, è l’inizio della serie. Proprio la reazione a questa strage porta alla nascita dei mitici Texas Rangers: le forze speciali (ammettiamolo) rese famose ai giovani da Chuck Norris. L'ascesa di questa leggendaria istituzione statunitense nasce proprio in questo periodo. Nel cast degno di Hollywood: come protagonista femminile la bellissima Cynthia Addai-Robinson (Naevia nella serie televisiva Spartacus) e tra i maschili  Bill Paxton, Jeffrey Dean Morgan e Chad Michael Murray. 

Avrà successo in Italia?

Essendo un genere ormai "fuori dalle righe" si tratta di una serie abbastanza di nicchia.

Pubblicità

Il rischio di cadere nei soliti stereotipi è alto e in parte i personaggi “ci cadono” come gli indiani che attaccano i bianchi e alcune frasi un po’ banali come “Non è una colpa sopravvivere”. Certo gli americani sono bravi ad "autocelebrarsi", bisogna dare però merito agli autori di far conoscere al grande pubblico un evento storico di cui pochi erano al corrente. Le ambientazioni sono ben riprodotte e alcune panoramiche spettacolari. Come sempre solo gli spettatori potranno pienamente giudicare se Joffé abbia visto giusto o meno. #Serie TV