Gomorra La Serie 2 nuovamente nella bufera. Se a qualcuno fosse sfuggito questo passaggio, prima di dedicarci alle anticipazioni, che tra l’altro sono ancora una volta succulente, vi raccontiamo cosa è successo qualche giorno fa sulla pagina di Salvatore Esposito, il Genny della fiction. L’attore si scaglia contro la censura, e viene preso di mira da alcuni utenti inferociti con il telefilm.

Gomorra La Serie 2 anticipazioni e news: questa è censura

El Pais ha parlato del telefilm di Sollima di recente ed ha raccontato l’ostracismo che lo staff si sta trovando inaspettatamente ad affrontare per le riprese che, lo ricordiamo,  ad oggi non sono ancora terminate.

Pubblicità
Pubblicità

La parola usata dal giornale spagnolo è semplice ed inequivocabile “censura”. Salvatore Esposito, il Genny Savastano che tanto ha fatto affezionare i telespettatori di tutto il mondo, ha esternato il suo pensiero sui social prendendo spunto proprio da El Pais il quale ha sintetizzato perfettamente quanto sta accadendo alla serie Gomorra. Dure le parole dell’attore, il quale si augura che i politici e le istituzioni lascino stare l’arte dato che ormai da anni l’hanno abbandonata. Feroce la replica di molti utenti, perlopiù napoletani, che non apprezzano la serie. Esposito è stato attaccato di vendere un prodotto che calunnia Napoli e mostra solo il lato negativo della città. Non si sono fatte attendere le sue risposte, evidenziando che ci sono altri innumerevoli prodotti che riqualificano Napoli e che ne decantano le sue bellezze riconosciute in tutto il mondo.

Pubblicità

Ha inoltre precisato che l’opera di Sollima racconta un caso specifico della metropoli che però si ramifica in tutto il resto del paese ed arriva fino all’estero.

Come sempre, le censure finiscono per diventare ridicole, ancora una volta le critiche mosse contro Gomorra La Serie 2 si rivelano sterili e sostanzialmente infondate. Sarebbe come criticare la trilogia de Il Padrino perché squalifica gli italoamericani e tutta la Sicilia che ne ha ospitato gran parte delle riprese. Il lavoro dell’opera, così come di qualsiasi prodotto artistico che riesce a centrare il suo obiettivo, è quello di rappresentare un quadro storico che è innegabilmente davanti ai nostri occhi. Non si tratta di fare “razzismo” nei confronti di una città, ma di raccontare quanto quella terra sia in pericolo e come il paese intero ci stia lucrando sopra. Infatti, la serie evidenzia anche i traffici esteri dei vari clan che, come vedremo in questa seconda stagione, hanno affari anche in Germania e non solo. E così abbiamo introdotto l’argomento delle anticipazioni, aggiungiamo soltanto che è arrivato un nuovo attore, per molti già noto, si tratta di Arturo Sepe. Già protagonista di diverse fiction, farà quasi sicuramente parte del clan di don Pietro, essendo stato avvistato sul set a Scampia in compagnia dell’attore Fortunato Cerlino. Per saperne di più vi invitiamo a cliccare il tasto Segui in alto a sinistra.  #Serie TV #Anticipazioni Tv