Le ultime #Gossip news di oggi vedono come protagonista niente meno che il Presidente del consiglio dei ministri #Matteo Renzi che, secondo le affermazioni del comico fiorentino Massimo Ceccherini, da piccolo fu addirittura vittima di bullismo. Nel gruppetto che lo prendeva di mira troviamo nomi illustri del mondo della tv e dello spettacolo: andiamo a scoprire che erano i 'carnefici'.

Matteo Renzi bullizzato: lo dice Massimo Ceccherini

Le gossip news odierne riguardano quindi Matteo Renzi, e il protagonista delle affermazioni che rivelano gli episodi di bullismo è il comico toscano Massimo Ceccherini, che li ha raccontati in una intervista di Alessandro Ferrucci per 'Il Fatto Quotidiano'.

Pubblicità
Pubblicità

Non è difficile immaginare lo spirito goliardico che anima i 'toscanacci' - soprattutto se pensiamo alla serie di film 'Amici Miei' degli anni '70 - e ancor meno è difficile credere alle goliardate se pensiamo che, in quel di Firenze, il gruppetto di 'tiranni' era formato da Massimo Ceccherini insieme a Leonardo Pieraccioni, Giorgio Panariello e Carlo Conti che se la prendevano con un giovane Matteo Renzi anche per la differenza di età: è di 10 anni più piccolo di loro.

Matteo Renzi frustato sul c*lo con le ortiche

Nell'intervista rilasciata da Massimo Ceccherini, il comico afferma che quando Renzi passava dalle loro parti poteva succedere qualsiasi cosa, a partire dai gavettoni fino alle grattate di capo con le nocche. Ma fra gli aneddoti, di sicuro quello che fa più sorridere è quello che riguarda quella volta che al futuro premier furono abbassati i pantaloni, per poi prenderlo a 'frustate' con le ortiche.

Pubblicità

La cosa bella del giovane Matteo? Che non se la prendeva mai, e quindi loro insistevano.

La divertente intervista a Massimo Ceccherini continua spaziando su altri argomenti: sul fatto che vorrebbe fare un film ogni due mesi (avrebbe equitalia "tra le p*lle"), e che il suo più grande sogno per rilanciare la sua carriera sarebbe quello di fare un film con Sorrentino. Sarebbe disposto a fare qualsiasi cosa per essere chiamato: "anche a dirgli che Pieraccioni è uno str0nz0". Arriveranno la replica dell'amico Leonardo Pieraccioni, e la smentita di Matteo Renzi? #Cinema