E' da poco finita la #Milano Fashion Week, ovvero la settimana della #Moda milanese durante la quale sono state presentate le proposte femminili per il 2016. Sembra davvero impossibile riuscire a tracciare un unico profilo per la prossima stagione, i designers hanno fatto sfilare in passerella un vero e proprio tripudio di direzioni differenti. Sembra perciò concreto l'allontanamento dai motivi anni Settanta che hanno caratterizzato questi due ultimi anni: le nuove proposte sono un mélange di nuovo-nuovissimo ma anche gusto retrò. Si impone definitivamente la ricerca anti-femminile di Prada: dai modelli presentati negli anni Ottanta, che fecero molto parlare portando il marchio italiano al successo mondiale, la casa di moda milanese è nuovamente al centro dell'attenzione con proposte a dir poco singolari.

Pubblicità
Pubblicità

La donna Prada, vera protagonista, è sì austera ma gioca con motivi floreali ornamentali, orecchini pendenti a sfera e luccicante rossetto color oro. Ricercatissimi i dettagli, che continuano a spopolare via web attraverso il social Instagram.

La singolarità è appunto la condizione che si sono prefissati un po' tutti gli stilisti, pur mantenendo (ovviamente) il leitmotiv di ciascun brand. Donatella Versace propone vere e proprie guerriere metropolitane che indossano tessuti dai colori decisi e fantasie camouflage (impiegati anche da Bottega Veneta), donne che avanzano su massicci e aggressivi sandali. Inaspettatamente si rinnova anche Missoni, che reinterpreta il rigato con colori accesi che richiamano il mondo tribale. Anche Fendi propone una donna aggressiva, Karl Lagerfeld ha infatti proposto tantissima pelle morbidissima intarsiata, intrecciata e sfumata.

Pubblicità

Jil Sander e Iceberg, al contrario, avanzano una donna romantica, sognatrice, avvolta in abiti morbidi e fluidi. 

Attesissimi i debutti presso Roberto Cavalli (Peter Dundas), Emilio Pucci (Massimo Giorgetti), Iceberg (Arthur Arbesser): grandi aspettative che hanno incontrato un ottimo riscontro, in modo particolare in casa Gucci che per la prima volta ha presentato una collezione donna nella location di Via Farini a Milano. La location, molto suggestiva, si trovava tra binari e pergolati. 

I vip e i selfie

Come a ogni evento di questa portata, anche quest'anno moltissimi vip hanno raggiunto il capoluogo lombardo per far parte dello show della moda. Durante il primo giorno della Fashion Week le modelle britanniche Kate Moss e Cara Delevigne hanno raggiunto lo store di Mango (di cui sono testimonial) in Corso Vittorio Emanuele. Alla sfilata di Alessandro Michele (Gucci) hanno assistito Dakota Johnson (l'attrice protagonista di 50 sfumature di grigio) e Charlotte Casiraghi. Naomi Campbell e Heidi Klum hanno invece presenziato alla sfilata Versace.

Pubblicità

Il party più esclusivo è stato senza dubbio quello di Givenchy allestito nel quartiere Bovisa per celebrare i dieci anni di Riccardo Tisci a capo della maison: tra gli invitati Donatella Versace, Niki Minaj (che si è esibita) e Eva Herzigova. Ma l'evento campione di scatti non è stato nessun appuntamento serale, bensì la sfilata di Dolce e Gabbana: le modelle, mentre sfilavano in passerella, hanno realizzato dei selfie con gli smartphone e, a loro volta, sono state fotografate dagli spettatori. Il risultato? Un concatenamento fotografico che è diventato virale.  #personaggi tv