Hitotsuki lascia solo Tora per andare ad uccidere il giovane Ushio, intanto, il demone tigre, rimugina su sè stesso; in verità egli si è affezionato al ragazzo ed il suo cuore è confuso: salvarlo o far sì che Hitotsuki lo elimini? Intanto, il possessore della lancia della bestia si sta rifocillando in un negozio assieme al vecchietto salvato nell'episodio precedente, mentre raccontano alla padrona della struttura ciò che è accaduto loro poco prima. Ushio viene a sapere comunque che i passeggeri dell'autobus attaccati qualche ora prima dai demoni, sono sani e salvi. Felice della bella notizia, esce dal negozio ed una volta fuori, viene attaccato da nuovi mostri sicari, venuti apposta per ucciderlo.

Pubblicità
Pubblicità

Il giovane, grazie alla sua arma magica, si trasforma nel samurai leggendario e si allontana assieme ai suoi nemici, per non coinvolgere degli innocenti.

Riecco Hitotsuki

Uscito dal villaggio, il giovane guerriero inizia a combattere contro i demoni, ma è ancora troppo debole a causa delle ferite riportate durante gli scontri precedenti. Gli spiriti maligni infatti iniziano a sopraffarlo, colpendolo e graffiandolo in ogni parte del corpo, le cose si stanno mettendo realmente male per il nostro eroe. Ecco però, che in aiuto di Ushio giungono due vecchi amici: Raishin e Kagari. Le 2 donnole antropomorfe iniziano a combattere al posto del giovane, salvandolo da una morte sicura; ecco però che si manifesta Hitotsuki che sconfigge in un batter d'occhio i 2 fratelli demoniaci.

Pubblicità

I 3 hanno poche speranze di battere l'esercito di mostri, ma, fortunatamente, giunge Tora in loro soccorso, portandoli lontano dal campo di battaglia. Ushio non fa neanche in tempo a ringraziare il suo compagno di avventure che ad un tratto si innalza una folta nebbia.

La verità sulla madre di Ushio

La scena si sposta senza una spiegazione plausibile, dinanzi ad un palazzo lussuoso. Ushio si ritrova da solo ed entra nella magione. Quì viene accolto dalla zashiki-warashi (conosciuta nelle puntate precedenti) e da Osa, il capo dei demoni del luogo, che si rivela essere il vecchietto salvato precedentemente. L'anziano mostro spiega al ragazzo il perchè è perseguitato dai suoi sudditi. La causa è data dal fatto che Ushio è figlio della donna che al momento protegge il malvagio Hakumen, spirito del male, nemico sia dei demoni che degli esseri umani. Le cause di ciò sono sconosciute. Osa però è fiducioso che il giovane umano riuscirà a trovare la verità sul perchè la donna difenda Hakumen dai suoi nemici  e quindi, ordinerà al suo popolo di lasciarlo in pace.

Pubblicità

Ad un tratto giunge Hitotsuki, ancora desideroso di eliminare l'adolescente, nonostante Osa gli ordini di calmarsi, ma Ushio, ora nel pieno delle forze, può scontrarsi contro il colossale mostro senza problemi. Arriva anche Tora e chiede al suo amico-nemico di lasciargli il piacere di battersi con il suo vecchio rivale: chi vincerà potrà fare del ragazzo ciò che vuole. 

Vittoria per Tora

Dopo uno scontro all'ultimo sangue, è il demone tigre a vincere, tuttavia, decide di risparmiare il suo avversario. Hitotsuki si sorprende, in quanto sa bene che Tora un tempo era un mostro crudele e spietato, ma quest'ultimo spiega che 500 anni imprigionato nel buio e nella solitudine lo hanno cambiato un pò e, dette queste parole, si allontana assieme al giovane Ushio, continuando il viaggio. Vi ricordo che Ushio e Tora potete seguirlo sul canale Youtube Yamato Animation e sul canale Sky Man-ga ogni venerdì alle 23:15.

#Serie TV