Cari amici, oggi abbiamo un ospite famoso per la sua partecipazione al noto programma televisivo di #Canale 5Avanti un Altro.

Pubblicità

Stiamo parlando del supereroe pugliese ‘#Checco Lione, nome d’arte del comico Nicola Calia. In ESCLUSIVA ai nostri microfoni si è raccontato a 360 gradi.

Ciao Nicola, è un piacere averti qui con noi. Per prima cosa presentati ai nostri lettori….

Ciao lettori ! Se foste stati 'elettori' mi sarei presentato con un mare di bugie e false promesse... Ma visto che non lo siete, o meglio, probabilmente lo siete ma io non sono un politico, vi dirò tutta la verità nient'altro che la verità! Innanzitutto vi dirò che mi chiamo appunto Nicola Calia e non Checco Lione, che è semplicemente il nome che ho dato al mio personaggio.

Il comico Nicola Calia ci racconta il suo percorso lavorativo

Raccontaci cosa rappresenta per te la comicità e qual è la tua personale fonte di ispirazione per gli sketch che prepari..

Rischio di dire una cosa ovvia, ma credo che la comicità sia un qualcosa che si ha dentro di sè se non dalla nascita sicuramente dai primi anni di scuola.... E’ qualcosa che si può allenare, rifinire, perfezionare, ma non imparare. Personalmente non so quali siano le mie fonti d'ispirazione, posso solo dire di essere un convinto sostenitore dell'autoironia. Per quanto mi riguarda ritengo la comicità più una forma di generosità che di esibizionismo, cosa che invece credo muova molti aspiranti 'comici'.

Come nasce e cosa vuole trasmettere il tuo personaggio del supereroe pugliese?

Quello del supereroe è un personaggio nato ormai molti anni fa, quando lavoravo nei villaggi turistici... Quella tutina è diventata la mia seconda pelle, mi ci sono così abituato che a volte faccio fatica a pensare che sia solo un personaggio!

Hai vinto la 20esima edizione del Festival del Cabaret: raccontaci qualcosa di più a questo proposito…

A prescindere da ciò che di bello o meno potrà accadere di qui ai prossimi 100 anni, sicuramente il ‘Festival del Cabaret’ di Martina Franca occuperà sempre un posto importante nel mio cuore. Tre giorni indimenticabili ed indescrivibili.

Come sei arrivato al grande pubblico nel salottino di ‘#Avanti un altro’?

Partecipando ad un casting organizzato a Bari dalla ‘Sdl’, casa di produzione del programma. Ovviamente in versione supereroe..

Il supereroe altamurano ‘Checco Lione’ è un personaggio che pensi di far evolvere e aggiornare in futuro o pensi a nuovi orizzonti?

Sì, sto iniziando a pensare a nuovi orizzonti, guai se non fosse così perchè magari un giorno potrei risvegliarmi senza superpoteri.... Per il momento sto lavorando per far crescere ulteriormente questo personaggio, visto che un supereroe che si rispetti non può certo sparire in così poco tempo..

Chi è il comico che apprezzi maggiormente e con il quale ti piacerebbe collaborare?

Da buon 'ex animatore' sono cresciuto col mito di Fiorello, che però possiamo considerare più 'showman' che comico... Oggi invece di comici ne apprezzo e stimo tanti, chi per un motivo chi per un altro; ma più di tutti, quelli con cui mi piacerebbe un giorno poter collaborare sono Angelo Pintus e Luca Medici!

Come vedi il tuo futuro tra 10 anni? Quali sono i sogni che desideri realizzare in futuro?

Potrei rispondere con la parte finale della domanda precedente: non sarebbe affatto male! Per ora mi godo questa bellissima esperienza di "Avanti un altro", che non ritengo una semplice trasmissione ma un esempio reale e concreto di come sia ancora possibile fare buona tv divertendosi (spesso al termine delle registrazioni ho i crampi allo stomaco per le risate) ottenendo per di più grandissimi ascolti.

Puoi raccontarci qualcosa sui tuoi prossimi progetti lavorativi?

Più di ogni altra cosa ('checcolionate' a parte) sogno una vita felice con la mia splendida famiglia, per i prossimi 10 o magari 100 anni!