#Fabrizio Corona ha rilasciato alcune dichiarazioni spontanee davanti ai giudici nel corso del processo sull'ingente quantitativo di denaro (trovato in parte in Austria e in parte su un controsoffitto), che lo vede imputato. L'ex paparazzo ha rivelato di aver ricevuto moltissimo denaro da soggetti, spesso professionisti, che cercavano visibilità. Un dentista, per farsi pubblicità, gli avrebbe versato più di 100.000 euro; un imprenditore, invece, un milione e settecentomila euro per lanciare il suo reality. Fabrizio, dunque, avrebbe intascato molto denaro per dare risalto agli altri o alle attività altrui.

Il denaro incassato per promuovere il reality dell'imprenditore

Alla fine dell'udienza, a Milano, Fabrizio Corona ha voluto prendere la parola per sottolineare di aver preso, dal 2012 al 2016, 1,7 milioni di euro da Maurizio Mian, un imprenditore di Pisa che voleva dare risalto al suo reality show che si chiamava 'I magnifici 5'.

Pubblicità
Pubblicità

I protagonisti di tale programma erano 3 uomini, 2 donne e un cane. Tutti alla ricerca della felicità. Il 43enne ha anche detto di aver incassato da un dentista 90.000 euro fatturati e 19.100 euro in nero. Il professionista voleva farsi pubblicità che, poi, ha ottenuto con un'ospitata in tv e un filmato diventato virale. Ai magistrati Corona ha ricordato che in tale ambiente la gente 'butta via i soldi'. Per tale ragione, somme come 30.000 o 40.000 euro non erano nulla per lui, in confronto agli incassi stratosferici che faceva. L'ex paparazzo si è definito una sorta di 'Re Mida', in quanto chi iniziava a lavorare con lui arriva ad incassare, ogni mese, fino a 7.000 euro. La prossima udienza è stata fissata per il 27 aprile 2017.

I giudici hanno sentito anche Silvia Provvedi

Nel corso del processo milanese, i giudici hanno sentito anche la fidanzata di Fabrizio Corona, Silvia Provvedi.

Pubblicità

Questa ha raccontato di aver visto più volte il compagno tornare a casa con buste piene di soldi in contanti che riponeva in un armadietto, vicino alla camera da letto, e poi portava in ufficio. La Provvedi ha aggiunto che tutto quel denaro non era altro che il frutto delle ospitate nei locali e del ruolo di testimonial per numerosi brand. Sono proprio tutti quei soldi in contanti alla base del processo a carico di Corona e del suo recente arresto. La fidanzata del 43enne ha aggiunto che, dopo lo scoppio della bomba carta sotto casa sua, lo scorso agosto, Fabrizio si sentiva trattato dalle forze dell'ordine come un delinquente, non come vittima di un attentato.