Raz Degan e Paola Barale, dove eravamo rimasti? L'incontro sull'Isola tra i due ex è rimasto probabilmente uno dei momenti più toccanti del reality di questa edizione. Presi dalla passione del momento, Degan ha baciato la Barale con trasporto ed è stato ricambiato allo stesso modo.

Pubblicità

In molti sui social dopo aver assistito a questo scambio di passione, pensavano e confidavano che una volta conclusa l'Isola, tra l'attore israeliano e la showgirl sarebbe potuta rinascere la storia che li ha tenuti uniti per ben tredici d'anni. In realtà nulla di tutto ciò è accaduto.

Pubblicità

Anzi Paola Barale in una intervista rilasciata a Verissimo, che sarà mandata in onda il prossimo 22 aprile, ha risposto per le rime a una signora in studio che le invidiava la fortuna di aver avuto un uomo accanto come #Raz Degan. La Barale l'ha freddata rispondendole: "Dite così perchè non lo conoscete".

Intanto Raz Degan questa mattina sul proprio profilo instagram ha pubblicato un messaggio dedicato proprio a Paola Barale. A corredo della foto, dove i due si scambiano un bacio appassionato sull'Isola, l'israeliano ha posto una delle frasi tratte dal libro Demian di Herman Hesse. Questo l'incipit: "Voglio essere avvolta da te. Voglio tatuarmi i tuo nome, in ogni parte del corpo. Voglio il mio corpo, avvolto dal tuo nome". Insomma indubbiamente la dedica che prosegue sulla stessa falsariga, è molto toccante.

Pubblicità

Paola Barale ha messo un like e l'ha ricondivisa a sua volta. Insomma stando a questo gesto sembrerebbe che Degan sia ancora innamorato di Paola Barale.

Raz Degan e Paola: più che una storia d'amore

Evidentemente la storia d'amore vissuta per tredici anni ha lasciato un segno molto profondo in entrambi. In qualche modo sembra che abbiano superato la loro storia, che si siano proiettati oltre. Viene in mente la parabola del porcospino, di cui parla Arthur Schopenhauer in Parerga e Paralipomena. Il filosofo racconta di due porcospini che in una fredda giornata di inverno si trovano dinanzi a un dilemma: ovvero per scaldarsi devono avvicinarsi l'uno all'altro, ma allo stesso tempo non devono farlo troppo per evitare di finire punti dagli aculei.

Insomma nei rapporti con gli altri, fuor di metafora, dovremmo riuscire a coltivare idealmente una giusta distanza, in quanto una relazione che sia veramente matura e a maggior ragione ciò vale nei rapporti amorosi, non può essere di dipendenza ma neanche di distacco. E se Raz Degan e Paola Barale fossero riusciti a realizzare perfettamente questo giusto mezzo?