In un primo momento è stato annunciato, poi è stato smentito, perchè definito troppo complicato da mettere in scena. Adesso invece è certo: il film su #Berlusconi ci sarà e si chiamerà "Loro". Questo è il titolo del nuovo film di Paolo Sorrentino, le cui riprese dovrebbero partire proprio questa estate e la cui uscita è prevista non prima del 2018. Fu proprio in occasione del Festival di Venezia dell'anno scorso, che la notizia di questo film iniziò a circolare, essendo poi poco dopo smentita dallo stesso regista che voleva dedicarsi unicamente alla seconda stagione della serie TV "The Young Pope" con Jude Law nel ruolo di protagonista. Ora però tutto sembra aver preso forma e il progetto di questo film diventa sempre più reale.

Pubblicità
Pubblicità

Tra i nomi di colui che avrà il ruolo da protagonista, pare ci sia quello di Toni Servillo, momentaneamente libero dall'impegno del film Pinocchio di Matteo Garrone, sospeso per complicazioni nella produzione.

Chi interpreterà Silvio Berlusconi?

Nonostante su questo film al momento circolino soltanto voci, è sicuro che il regista Paolo Sorrentino chiamerà il suo amico, nonché attore di grande successo, Toni Servillo, già interprete nel film "La grande bellezza" e il "Divo". Si riunisce dunque una coppia da "Oscar". E' noto infatti che il rapporto professionale ed amichevole tra i due ha sempre lasciato il segno con pellicole di successo. Sarà proprio Servillo, quindi, secondo le volontà di Paolo Sorrentino, a vestire i panni dell'ex Premier. Una figura misteriosa e di potere che "tutti pensano di conoscere, ma che ancora è tutto da raccontare", come ha dichiarato lo stesso regista.

Pubblicità

Il titolo "Loro" non è stato scelto a caso, ma viene utilizzato sia come pronome contrapposto a Lui, ma rimanda anche all'ambiente imprenditoriale e finanziario, cui il nostro ex premier è abituato a muoversi da sempre ormai, e in cui dovrà immedesimarsi anche il grande attore durante la sua interpretazione. Un film dalla storia complicata, sicuramente non facile da fare e per questo inizialmente annunciato e poi rimandato.

Un binomio perfetto

Un rapporto professionale e amichevole che dura da quindici anni, quello che lega il #premio oscar Paolo Sorrentino e l'attore Toni Servillo. Un grande affetto e tanta stima tra i due: sono proprio questi i fattori che li hanno portati a collaborare spesso insieme. Ricordiamo i film "L'uomo in più" del 2001, "Le conseguenze dell'amore" del 2004, "Il Divo" del 2008 (questo tra i film che il regista ha più a cuore tra quelli che ha diretto) e infine "La grande bellezza" del 2015, Quest'ultimo film, anche se ha diviso l'opinione pubblica tra critiche e consensi, è stato premiato con un premio Oscar, vinto in Italia dopo 15 anni. #paolosorrentino #toniservillo #Silvio Berlusconi