"La nostra storia non si chiuderà mai, perchè si sta evolvendo in qualcosa di diverso, è ripartita su basi nuove". A parlare così è #valeria golino, che, intervistata dal settimanale Grazia, si lascia andare a una serie di considerazioni e valutazioni sulla fine della sua love story con l'attore pugliese, che tanto e per tanto tempo ha fatto sognare i loro ammiratori.

"Cerco di guardare le cose con positività, ma l'ultimo anno e mezzo" - tanto è passato dalla rottura con #Riccardo Scamarcio - "non è stato affatto facile."Un grande sostegno morale le è arrivato dal suo lavoro di attrice. La Golino, 51 anni, sarà presto nuovamente protagonista sul grande schermo con due pellicole firmate da due tra i più grandi e rappresentativi registi italiani, Emma di Silvio Soldini e Il ragazzo invisibile 2 di Gabriele Salvatores.

Pubblicità
Pubblicità

"Il lavoro mi ha dato tante soddisfazioni, è innegabile". Non altrettanto bene è andata invece sul piano sentimentale. Dopo dodici anni di amore e tante esperienze, professionali e non, vissute insieme, la Golino non nega una certa difficoltà a ricostruire un proprio, personale equilibrio che prescinda dalla presenza di Scamarcio nella sua vita. Come accade a tutte le donne, ripensarsi single dopo avere pensato per due per tanto tempo non è affatto facile.

A conferma di ciò, l'affermazione che, in qualche modo, il loro legame resterà per sempre indissolubile, seppur in una forma differente da quella che ha avuto nei precedenti anni :"Riccardo e io siamo la famiglia l'uno dell'altra". A fare eco alle dichiarazioni della Golino ci aveva già pensato Scamarcio qualche giorno fa.

Il pensiero di Valeria Golino non pare procedere a senso unico, tutt'altro; anche il suo ex compagno sembra condividere la convinzione che un legame come il loro non possa essere archiviato con facile disinvoltura.

Pubblicità

Così si è espresso Scamarcio di recente in un'intervista al Corriere della Sera, palesando un'evidente difficoltà nello spiegare il suo stato d'animo tramite le poche righe di un'intervista giornalistica: "Qualunque cosa io dica non può essere davvero attinente con la storia d'amore che abbiamo avuto. In un'intervista, un rapporto lungo oltre dieci anni si può solo ridurre, minimizzare. Non basterebbe un giornale per esporre quella relazione, che è il mio sangue, il mio amore". "Ogni storia che dura tanto si basa sull'amore vero, che non ha condizioni, non è programmato".