Il ricordo commosso di David Bowie, la sensazione di essere un perenne incompreso da parte del mondo della discografia, le disavventure vissute a Sanremo, e soprattutto Amici e la querelle ancora irrisolta con Maria De Filippi: Marco Castoldi, meglio noto alle cronache - musicali e non solo - come #morgan, è un fiume in piena e in una ricca intervista a Repubblica tocca gli argomenti di discussione più vari.

Sanremo, frecciate a Conti e alla De Filippi

Per sua stessa ammissione, Morgan pagherebbe il suo carattere, la sua natura poco morbida e accomodante di cui è pienamente consapevole. Proprio in virtù del suo modo di essere, per cinque anni di fila sarebbe stato ostacolato nel suo progetto di salire sul palco dell'Ariston; stessa cosa si sarebbe verificata anche quest'anno, e qui comincia il j'accuse a #Maria De Filippi, rea di non essere stata del tutto sincera nel manifestare le sue reali intenzioni :

"Lei mi disse 'Conti vorrebbe trascinarmi a Sanremo, ma figurati se ci vado'".

Pubblicità
Pubblicità

In realtà l'accordo sull'asse Rai-Mediaset era già stato concluso, e Castoldi aveva già consegnato la sua canzone, con la speranza di potere partecipare all'edizione appena trascorsa. A dispetto del fatto che sia Conti che la De Filippi si erano mostrati entusiasti del brano, celebrandolo addirittura come un "capolavoro", alla fine Morgan non è stato ammesso alla fase finale. La De Filippi rimarcò il fatto di non avere possibilità di interferire sul cast finale. "E sì, certo, poi però tra i giovani ha vinto Lele".

Amici? E' stata una trappola

Lo sfogo del musicista prosegue: definisce la sua esperienza ad Amici il risultato di una gigantesca trappola, entro la quale sarebbe, suo malgrado, rimasto invischiato. E anche in questo caso, la burattinaia è sempre lei, Maria De Filippi, che l'avrebbe convinto a "inventarsi qualcosa", per fare uscire al meglio fuori il personaggio Morgan, salvo poi mettergli tutto il pubblico televisivo contro.

Pubblicità

"Era una commedia, credevo. Esco e vado a vedere sullo schermo quello che succedeva e sento dire 'Avete ragione ad essere arrabbiati con Morgan, ma non dovete ucciderlo'. Non ci potevo credere". Nessun chiarimento in seguito, nemmeno a distanza di tempo, rispetto alla serata in cui si è consumato il fattaccio, anzi, nessuna delle due parti pare essere disponibile ad abbassare la testa. Quando Maria ha chiesto a Morgan se non si sentisse mortificato, lui ha risposto di sentirsi, al contrario, irrimediabilmente crocifisso, da parte del pubblico di Amici, nettamente schierato dalla parte dei ragazzi della scuola, e più in generale dal mondo discografico per il suo essere 'scomodo'.