#George Clooney e sua moglie Amal Alamuddin sono attivi in numerosi impegni umanitari. I due si mettono spesso in gioco in prima persona, per aiutare la gente meno fortunata. George ed Amal hanno un gran cuore, tanto da ospitare presso di loro un giovane ragazzo fuggito dall'Isis. Durante una recente intervista all'Hollywood Reporter, George ha dichiarato che lui e sua moglie ospitano presso la loro casa ad Augusta (Kentucky) un ragazzo di origini irachene di credo yazidi.

George Clooney: il ragazzo iracheno ospite a casa sua

L'attore di Hollywood George Clooney e sua moglie Amal Alamuddin (noto avvocato di Londra) sono attivi in numerosi impegni umanitari.

Pubblicità
Pubblicità

Lo stesso Clooney ha dichiarato recentemente di ospitare presso la sua casa di Augusta un ragazzo iracheno fuggito all'Isis. George ha detto che il giovane si trovava in un pullman diretto a Mosul, quando il mezzo è stato attaccato dai miliziani dello Stato islamico, [VIDEO] che hanno sparato ai due autisti. In quel momento, i guerriglieri avrebbero urlato: 'Spareremo a tutti i ragazzi che intendono andare a scuola'. Fortunatamente, il ragazzo è riuscito a sopravvivere, raggiungendo infine l'America. Dopo essersi fortunatamente salvato, al giovane iracheno è stata offerta una nuova vita negli #USA, quel mitico paese considerato da tutti la terra delle opportunità. Qui il ragazzo è riuscito a superare tutti controlli ed ha intenzione adesso di rifarsi una vita istruendosi. Oggi, il 'protetto' di George ed Amal frequenta l'università di Chicago.

Pubblicità

George Clooney e i diritti umani

Di recente, George Clooney ha donato un milione di dollari ad un'associazione che si occupa della tutela per i diritti umani e della lotta al razzismo. L'attore e sua moglie hanno, inoltre, finanziato la costruzione di un istituto scolastico per i ragazzi siriani. Dodici anni fa, George decise inoltre di impegnarsi per lo sviluppo del Sudan. Come se ciò non bastasse, negli ultimi tempi Clooney, coadiuvato dall'FBI, ha deciso di attaccare le finanze dei capi politici e militari. Un'operazione che ha dato i suoi frutti dato che sono state scoperte molto magagne, in primis ben 4 bilioni di dollari considerati frutto di appropriazioni indebite. L'attore di Hollywood si è messo inoltre in contatto con i direttori delle più importanti banche a livello internazionale, chiedendo loro di non appoggiare la leadership del Sudan del Sud; un territorio questo, molto difficile, per il quale Clooney si batte, affinché possa acquistare l'indipendenza. Per aggiornamenti sul mondo della TV e del #Gossip, cliccate Segui.