In questi giorni si sta parlando molto dello scandalo #Weinstein, ovvero tutte le molestie e gli stupri che sono stati attribuiti a questo famosissimo produttore. Contro il produttore peserebbero diverse accuse e moltissime donne, tra cui attrici molto famose americane e italiane, si sono fatte portavoci di quanto accaduto a ciascuna di loro. Una bufera senza precedenti a causa della quale il Weinstein ha perso anche il sostegno della moglie, che ha deciso di lasciarlo. La moglie lo ha comunicato pubblicamente, mostrando il suo profondo dolore per tutte le vittime delle azioni terribili del marito e sottolineando di voler pensare esclusivamente ai suoi figli.

Pubblicità
Pubblicità

Al momento, l'unica voce fuori dal coro, che difende il produttore, è quella dell'attrice Lidsay Lohan.

Le donne molestate da Harvey Weinstein

Sono tante le donne che si sono fatte avanti raccontando le molestie o le violenze subite dal produttore Harvey Weinstein. Gwyneth Paltrow ha raccontato che a 22 anni è stata attirata con inganno nella suite del produttore, che cercò di farsi fare un massaggio e di spingerla sul suo letto. L'attrice, che a quei tempi era fidanzata con Brad Pitt, è scappata e glielo ha raccontato, tanto che l'attore minacciò il produttore. #asia argento ha raccontato pubblicamente di essere stata costretta a cedere alle sue avances a soli 21 anni e di non aver detto niente per paura, visto il potere e l'influenza nel mondo del cinema di questo personaggio.

Pubblicità

Anche la splendida #Angelina Jolie ha dichiarato di essere stata molestata da Weinstein nella sua camera d'albergo. Mira Sorvino, nel 1995, è stata molestata dal produttore, con pesanti approcci fisici e inviti espliciti e insistenti. Ashley Judd è fuggita dalla stanza di Weinstein quando lui ha cercato di ottenere da lei un massaggio e ha cercato di obbligarla a guardarlo mentre faceva la doccia. Rosanna Arquette ha dichiarato di essere stata molestata nel 1990, quando il produttore l'ha invitata nella sua camera e ha tentato un approccio forzato che lei è riuscita ad evitare. L'attrice Rose McGowan, all'età di 23 anni, è riuscita ad ottenere un risarcimento di 100mila dollari dal produttore dopo uno spiacevole avvenimento accaduto in una camera di un hotel.

La bufera su Weinstein

L'unica a difendere il produttore, al momento, è l'attrice Lindsay Lohan, che ha dichiarato di sentirsi letteralmente male per lui. Ma forse in passato anche altri attori, come Matt Damon e Russell Crowe, hanno aiutato Weinstein. Alcune voci, infatti, parlano di una collaborazione di questi attori per cercare di insabbiare un'inchiesta nel 2004.