Pubblicità
Pubblicità

Nuova aggressione per Vittorio Brumotti, vittima della violenza di un gruppo di facinorosi presso la Stazione Centrale di Milano. L'inviato di #Striscia la notizia si trovava nel capoluogo meneghino per denunciare lo spaccio a cielo aperto, a due passi dalla stazione, da parte di numerosi pusher. Una piazza frequentata ogni giorni da migliaia di residenti e visitatori, che arrivano o partono dalla stazione ferroviaria. Non è la prima volta che la trasmissione di Antonio Ricci, in onda su Canale 5, manda in onda i video in cui si documentano episodi simili ai danni del campione italiano di bike trial [VIDEO].

L'aggressione a pochi metri dalla Stazione Centrale

Le modalità dell'aggressione nei confronti di Brumotti a Milano ricalcano da vicino quelle che l'inviato di Striscia ha imparato a conoscere da qualche mese a questa parte, quando con il suo megafono ed il resto della troupe del tg satirico di Canale 5 [VIDEO] arriva in una piazza italiana per denunciare il fenomeno di spaccio di #droga.

Pubblicità

Dapprima il biker ha avvicinato i pusher senza rivelare la propria identità, documentando con una camera nascosta la triste realtà della piazza posizionata di fronte alla Stazione Centrale della città amministrata dal sindaco Giuseppe Sala. Poco dopo, il ritorno nella stessa piazza, di fronte agli stessi ragazzi che prima volevano vendergli la droga, stavolta però con in mano il megafono, acceso.

Il gruppo di spacciatori ha iniziato ad inveire contro Brumotti e la troupe di Striscia la notizia. Il più esagitato ha cercato il contatto fisico con gli operatori, tentando di impadronirsi delle videocamere, non riuscendoci. Quindi si è passati al lancio di sassi e bottiglie di vetro. Una pietra ha colpito alla gamba l'inviato, senza però provocargli seri danni fisici. L'aggressione ai danni della troupe è proseguita per diversi minuti, fino a quando non è intervenuta la polizia, che ha provveduto al fermo di alcuni aggressori.

Pubblicità

Tra questi anche l'uomo che in precedenza aveva cercato di colpire al volto un cameraman, nel tentativo di sottrargli la camera con il filmato.

Tutto uguale a prima

In serata Vittorio Brumotti è tornato nella piazza dove aveva effettuato precedentemente il servizio, rendendosi conto da subito che nulla era cambiato. Ha infatti incontrato lo stesso spacciatore, intento a vendere la droga ad un ragazzo. L'inviato ha poi scambiato qualche battuta con il pusher, ottenendo in cambio risposte dettate dalla sicurezza di poter agire liberamente, nonostante i controlli debbano essere sempre più stringenti. Sulla carta.