Il Comune di Milano ha stanziato 460 mila euro per 2000 abbonamenti annuali urbani a sostegno dei disoccupati e dei precari. Inoltre, fa sapere Palazzo Marino, che investirà 1,7 milioni di euro per dare l'opportunità e i mezzi ai disoccupati e ai precari di rientrare nel mondo del lavoro, 1 milione di euro per reinserire i cassaintegrati, gli esodati e coloro che sono disoccupati e che hanno un'età superiore ai quarantacinque anni, infine 700 mila euro per incentivare le aziende ad assumere i disoccupati.

Abbonamenti gratuiti ATM per coloro che risultano disoccupati e coloro che sono precari: requisiti come accedere al bando

Innanzitutto per poter accedere al bando per ricevere gli abbonamenti annuali gratuiti si dovrà dimostrare di avere la residenza a Milano per i cittadini italiani, per quelli europei si dovrà avere l'iscrizione anagrafica al Comune di Milano mentre per quelli extracomunitari si dovrà avere il permesso di soggiorno in corso di validità. I disoccupati dovranno presentare la dichiarazione di immediata disponibilità che viene rilasciata dal Centro dell'Impiego della propria provincia. I precari, ossia coloro che hanno un contratto a tempo determinato, di apprendistato, a progetto, di inserimento o che hanno una borsa di dottorato o un assegno di ricerca o simili, di un'età compresa tra i 18 e i 35 anni potranno anch'essi fare domanda ma non dovranno avere un ISEE superiore 20mila euro. Gli abbonamenti verranno erogati fino all'esaurimento dei fondi disponibili e in base all'ordine di arrivo delle domande.

Abbonamenti gratuiti ATM per disoccupati e precari: modalità

Per sapere quali saranno le modalità di presentazione delle domande e le date di scadenze basterà collegarsi sul sito del Comune di Milano oppure sul sito dell'ATM.it. In alternativa ci si potrà recare presso le sedei dell'ATM entro la metà del mese di marzo per usufruire della documentazione cartacea.