Situata in una regione storicamente contesa, Metz non può che sorprendere quel turista prevenuto che magari si aspetterebbe di visitare una città provinciale e un po’ sonnacchiosa. In realtà la capitale storica della Lorena è una realtà dinamica e proiettata verso il futuro, capace di soddisfare ogni esigenza. Il dato più significativo è l’inaugurazione nel 2010 del Centre Pompidou-Metz, costola dell’omonimo e più famoso museo parigino, in cui vengono allestite mostre di arte contemporanea.

Metz da visitare

Se l’arte contemporanea non fa per voi, non vi preoccupate: vi basterà addentarvi un po’ di più nel centro storico della città e perdervi nel dedalo di stradine fiancheggiate da case antiche, pasticcerie dal passato glorioso e negozi d’antiquariato.

Pubblicità
Pubblicità

Tappe imprescindibili sono naturalmente il Musée de la Cour d’Or in cui sono allestite e conservate le memorie storiche e archeologiche più importanti della Lorena e la Cattedrale di Santo Stefano, celebre per le sue immense e coloratissime vetrate. A queste lavorò nel secolo scorso il grande Chagall. Sebbene i messini si ostinino a pronunciare il nome della loro città alla francese (“Mes” invece di “Mez”, dizione peraltro inusuale all’orecchio della maggior parte degli altri francesi) non si possono non notare le caratteristiche assorbite da secoli di dominazione tedesca, evidentissime nelle architetture del Quartiere Imperiale (Stazione, Posta centrale e i grossi palazzi che si affacciano sugli ombrosi boulevards) e nel Tempio Riformato, chiesa calvinista che con il suo tetto appuntito si affaccia sulla Mosella.

Pubblicità

La cucina

È però forse nella cucina che entrambe le culture, quella francese e quella tedesca, trovano il loro miglior connubio: si commette un peccato mortale nel partire senza assaggiare le famose e autentiche quiche lorraine, tortini salati famosi in tutto il mondo. Meno conosciute sono le bouchées à la reine (sorta di grossi vol-au-vent) e le specialità dolciarie a base di mirabelles, piccole prugne dorate tipiche nella Regione, con cui si confezionano anche ottime marmellate.

Metz è collegata tramite TGV a Parigi (Gare de l'Est) e alla stazione di Strasburgo. Da Milano il modo più veloce (ed economico) per raggiungere la città è prendere uno dei bus dell'autostazione di Milano Lampugnano. #viaggi #Francia