#ryanair, la principale compagnia aerea europea per numero di passeggeri, minaccia una sospensione temporanea dei voli tra Regno Unito e l'Unione Europea dopo la #Brexit se Londra e Bruxelles non raggiungessero un accordo sul trasporto aereo. 'Ad oggi si può volare liberamente tra il Regno Unito e l'#europa, ma noi teniamo in considerazione la possibilità che questo posso non accadere più. Sarà tra qualche giorno o qualche settimana o alcuni mesi, nessuno lo sa ora', ha avvertito il direttore finanziario della compagnia irlandese, Neil Sorahan, in una conferenza stampa a Londra.

Regno Unito e Trattato di Lisbona

Il Regno Unito ha attivato a fine marzo l'articolo 50 del Trattato di Lisbona, che ha aperto due anni di negoziazione tra Londra e Bruxelles sulle condizioni della Brexit.

Pubblicità
Pubblicità

Il primo ministro britannico, Theresa May, ha già avvertito che il suo paese abbandonerà il mercato unico europeo. In mancanza di un accordo di transizione 'Possiamo incontrarci in una situazione nella quale il commercio bilaterale allevierebbe le norme dell'Organizzazione Mondiale del Commercio, che non copre specificamente il settore dell'aviazione', ha detto il funzionario della compagnia low cost.

'A questo punto sarà fondamentale per il Regno Unito arrivare ad un accordo bilaterale con l'Unione Europea sulle condizioni di viaggio. Per far sì che sia rettificato in tempo si richiederebbe un accordo per ottobre 2018, lasciando sei mesi agli Stati membri per rettificarlo', ha aggiunto Sorahan.Il responsabile giudica 'molto improbabile' che Londra e Bruxelles non trovino nessun meccanismo alternativo per mantenere le connessioni aeree, ma sottolinea che 'Le compagnie aeree organizzano i loro piani di volo con più di un anno di anticipo, per esempio, nella primavera del 2018 per l'estate 2019.

Pubblicità

Pertanto, possiamo finire in una situazione nella quale i turisti dovranno rimanere a casa in estate'. D'altra parte, Ryanair ha previsto che la sua crescita si concentrerà fuori dal Regno Unito nei prossimi due anni. Così ha detto Neil Sorahan ai giornalisti a cui ha spiegato che la compagnia aerea aveva previsto una crescita del 15 per cento in Regno Unito l'anno passato, ma ha registrato solo una crescita vicino al 6 per cento. 'Ryanair sta studiando una crescita fuori dal Regno Unito', dice. 'Possiamo vedere che questa crescita rallenta man mano che ci avviciniamo alla fine delle negoziazioni di separazione, a meno che otteniamo una maggior certezza su quello che realmente possiamo fare o no in Europa', aggiunge.

Sorahan dice che la compagnia sperava che la Brexit influenzasse la crescita tanto in Regno Unito come in Europa. 'L'unica cosa positiva, suppongo, per i nostri clienti, è che questo porti tariffe più basse, visto che vorremmo stimolare il mercato'.