Secondo un sondaggio online condotto da Surveyeah.com per conto di Homepal.it, portale per trovare #casa senza intermediari, quest’anno saranno mezzo milione in più gli italiani che andranno in vacanza e per il 30% degli intervistati le #Vacanze saranno più lunghe che in passato. Poco meno di un italiano su 3, il 30% degli intervistati, ha dichiarato che a causa dei recenti attentati terroristici quest’anno non andrà in vacanza all’estero: Medio Oriente (92%), Nord Africa (80%) e Sud-est asiatico (70%) sono le tre destinazioni turistiche che appaiono più rischiose, quindi da evitare, a chi sceglie la propria vacanza in funzione della sicurezza e dell’incolumità personale, mentre in generale il mare resta la destinazione più gettonata (53%) seguita a pari merito da montagna e città d’arte (11%).

Pubblicità
Pubblicità

Prestiti per le vacanze

Quattro su 10 gli italiani che trascorrono le vacanze in albergo, 3,8 su 10 quelli che scelgono una casa (di proprietà o in affitto): Sos Tariffe ha calcolato che nel 2017 chi ha chiesto un finanziamento per fare le ferie ha chiesto mediamente 7.500 euro. La richiesta di finanziamenti a tale scopo è diffusa soprattutto nel Nord, che vanta il 60% delle richieste totali (tra le province Milano è quella col maggior numero di richieste in tutta Italia) e la provincia in cui l’ammontare medio richiesto è più alto (Novara, 15.100 euro). Per il Centro-sud, la richiesta di #prestiti è stata rilevata quasi interamente tra Napoli, Roma e Perugia, che insieme coprono una quota del 27% delle richieste di prestito per un viaggio. Perugia brilla peraltro come la città dove il prestito richiesto è più basso: di media 2.490 euro.

Pubblicità

Consigli per le case-vacanza

Per chi vuole trascorrere le vacanze affittando una casa la Polizia ha caricato un video con alcuni consigli sulla pagina 'Una vita da social', profilo ufficiale della Polizia su Facebook. In sostanza, è bene anzitutto verificare le foto dell’immobile proposto su Google Immagini e poi controllare tramite Google Maps se la casa proposta si trova effettivamente nel luogo indicato da chi la propone. Appurato che l’offerta è veritiera, la Polizia consiglia ancora di mettere a raffronto il prezzo d’affitto proposto con quello di annunci analoghi (o ancora meglio di cercare su più piattaforme quello stesso immobile), di non versare mai una caparra superiore al 20% del canone d’affitto che si è concordato e, ancor più, di non pagare mai con modalità che non siano tracciabili, non consentano cioè di risalire alla persona a cui si è fatto il pagamento (carte ricaricabili e sistemi di money transfer sono tra i metodi che non consentono la tracciabilità del movimento di denaro).