Da Camogli a S. Rocco fino a Punta Chiappa, una camminata di circa 120 minuti per arrivare in paradiso. Il sentiero inizia dalla stazione di Camogli, passando per il viale alberato, costeggiando, poi, il torrente Gentile. La prima parte è, forse, la più difficile: un'infinita salita di circa 900 scalini, ma non scoraggiatevi per così poco. Completamente in mezzo alla natura, sarete impegnati a guardarvi intorno, e non vi renderete nemmeno conto di essere arrivati. Tra uliveti e villette nascoste, si arriva a San Rocco. La vista che si può ammirare da lassù è qualcosa che non si può raccontare. Da San Rocco si può proseguire per diverse direzioni: Portofino Vetta, Punta Chiappa o San Fruttuoso.

Pubblicità
Pubblicità

Oggi la direzione è Punta Chiappa.

Direzione Punta Chiappa

Un piccolo angolo di paradiso, una lingua di roccia che si protende sul mare. Un mix tra natura, storia e tradizione. Diversi i modi per raggiungerla: molti i collegamenti con i battelli oppure il sentiero. Il panorama è mozzafiato, vale la pena fare la camminata per poi tuffarsi nel blu del mare di Punta Chiappa. Per gli appassionati l'immersione è d'obbligo: tantissime le varietà di pesci.

Continuando il percorso, dopo San Rocco il sentiero continua a ridosso del mare passando in mezzo a qualche casa fino alla chiesa medievale di S. Nicolò Capodimonte (consiglio: visitare la chiesa e fare una piccola sosta nella piazzetta per godere del panorama).

È consigliato continuare con la scalinata che arriva a Punta Chiappa, attraversando il poetico #Porto Pidocchio: una profonda e stretta insenatura.

Pubblicità

Qui si trovano alcuni ristoranti tipici dove si possono gustare prodotti locali. Un ultimo sforzo, l'ultima scalinata e vi ritroverete a Punta Chiappa. Per rientrare, da Porto Pidocchio, vi è la possibilità di prendere il battello che arriva fino a Camogli.

Curiosità

La chiesa di San Rocco di Camogli fu eretta nel 1863 e nel 1935 divenne parrocchia autonoma. L'altare maggiore venne scolpito da Bernardo Schiaffino: vi si trova un quadro raffigurante la Madonna della Salute. Dal piazzale si può ammirare tutto il Golfo Paradiso e Genova.

La chiesa di S. Nicolò Capodimonte, architettura romanica risalente al XII secolo. Alcuni studi indicano che in questo antico luogo di culto vi fosse un piccolo nucleo abitativo indipendente dal borgo camogliese. Abbandonato in seguito a violente scorrerie dei pirati saraceni nel XV secolo. #Liguria