Un rivoluzione è in arrivo per il mercato dell’assicurazione auto grazie all’entrata il vigore, a partire dal 1° ottobre 2018, della direttiva europea Idd (Insurance Distribution Directive) destinata a cambiare radicalmente tutto il settore delle polizze assicurative. La direttiva in questione, infatti, introduce nuovi importanti principi a tutela del consumatore, sulla falsariga di quanto già previsto dall’analoga Mifid2 per i prodotti finanziari.

Direttiva Idd, cosa cambia per i clienti per l’assicurazione auto

La direttiva europea Idd, riguarda la distribuzione delle polizze assicurative, sia del ramo vita che del ramo danni incluse, quindi, le assicurazioni auto. Grazie ad essa, le compagnie avranno un ruolo simile a quello svolto da agenti, broker, banche, Poste ed altri intermediari finanziari, introducendo un approccio che vede il cliente al centro della logica distributiva mentre, fino ad ora, al centro c’era il prodotto assicurativo.

In definitiva, gli agenti assicurativi dovranno cercare di intercettare i reali bisogni dei clienti aiutandoli ad identificare il prodotto maggiormente il linea con le sue necessità. Il vantaggio per i clienti sarà quello di ricevere solo proposte realmente rispondenti ad i propri bisogni, risultando così agevolato il confronto con offerte simili di diverse compagnie. Attualmente, invece, la scelta deve spesso essere fatta tra prodotti preconfezionati di compagnie diverse, con tutte le difficoltà alle quali può incontrare un cliente che non abbia un minimo di formazione di base per potersi districare tra le clausole dei contratti assicurativi, notoriamente alquanto ostici.

Una difficoltà che, spesso, costituisce un importante ostacolo alla diffusione delle assicurazioni on line dove il cliente, a fronte di offerte economicamente più vantaggiose, spesso rinuncia proprio per la difficoltà di comprendere con sicurezza offerte ed esclusioni della polizza che sta per acquistare.

Le compagnie assicurative, in conseguenza dell’entrata in vigore della direttiva Idd, dovranno ora fare un importante sforzo formativo nei confronti della rete di distribuzione affinché i clienti siano sempre messi in grado di scegliere le polizza realmente corrispondenti ai loro bisogni evitando, ad esempio, il rischio di pagare per coperture non richieste.

Il futuro delle polizze sempre più verso il digitale

La rivoluzione in arrivo per le assicurazioni non riguarda solo i clienti, in quanto anche le compagnie assicurative saranno ora spinte ad effettuare nuovi sforzi per adeguarsi ad un inevitabile cambiamento del mercato. Una necessità messa in evidenza dalla stessa Ania, l’associazione delle compagnie assicurative, secondo la quale sarà necessario sviluppare nuove competenze per poter sviluppare diverse strategie di distribuzione in grado di rispondere alle esigenze del consumatore, sempre più orientato al digitale, ma che possa comunque beneficiare del sussidio che può essere fornito da un intermediario con un’ottima conoscenza tecnica dei prodotti da distribuire e una pratica digitale in grado di consentire un dialogo con il cliente anche da remoto.

Segui la pagina Tasse
Segui
Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!