Una grossa tegola, per i malati di cancro, in terapia col metodo Di Bella. Uno degli elementi medicamentosi, necessario per il ciclo di terapia antitumorale, non risulta più in commercio.

In questa settimana, tutti i malati di cancro, sottoposti al metodo "Di Bella" hanno avuto l'amara sorpresa di non trovare più dal farmacista di fiducia il Synacthen fiale.

Soltanto nelle farmacie di provincia si ritrova ancora qualche fiala che, purtroppo, non basta a soddisfare le esigenze delle migliaia di malati oncologici, in cura con il metodo "Di Bella".

Pubblicità
Pubblicità

Ovviamente, è scattata la corsa alla disperata ricerca di quelle farmacie provviste ancora di alcune fiale. Una disperata ricerca, per continuare a mantenere in vita quel filo di speranza, al quale, tutti i malati oncologici hanno il diritto di credere ancora.

La casa farmaceutica Portoghese Defiante Farmacéutica non fornisce più il Synacthen alla Concessionaria Italiana Biofutura Pharma che, fino a qualche mese fa lo distribuiva regolarmente a tutti i depositi farmaceutici italiani, insieme al Bentelan, prodotto dalla stessa Defiante Farmaceutica.

Pubblicità

Nel frattempo, i malati oncologici, già prostrati dalla malattia, sono assaliti anche dal terrore di non potersi più curare. Avvenimenti del genere non dovrebbero verificarsi per nessuna ragione al mondo. Mettere in grosse difficoltà migliaia di ammalati di cancro è veramente una cosa biasimabile, qualsiasi possano essere le ragioni di chi produce il farmaco, bisognava prima trovare un rimedio, mettendo al primo posto il diritto alla salute e dopo, rivendicare eventualmente, al Ministero della Sanità, le proprie ragioni.

La speranza è che la Defiante Farmaceutica, faccia tutto il possibile per rimettere sul mercato, al più presto, il Synacthen.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto