Da quanto si apprende da un tweet di Dodò, il terzino sinistro della Roma, ci sono stati attimi di panico sul volo che ha portato la squadra da Toronto (dove ha vinto due giorni fa per 4-1 contro la squadra locale ) a Washington dove proseguirà la tournèe americana dei giallorossi che sabato giocheranno l'ultima partita contro il Chelsea.

Durante il volo forti perturbazioni e vuoti d'aria hanno creato non pochi problemi ai giocatori; Dodò, appena atterrato, ha scritto così su twitter:"Mamma mia!!! Un volo così, volevo essere a terra, a casa mia a giocare alla playstation.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale A.S. Roma

Siamo vivi, grazie Dio mio!". A quanto pare tra tutti i giocatori solo Marco Borriello non si è accorto di niente perchè ha dormito per tutto il viaggio.

Secondo un'emittente radiofonica romana però, non ci dovrebbero essere state complicazioni ai giocatori dovute a queste turbolenze.

Questa pare sia stata di lieve entità, dopodichè il volo è proceduto nella norma. L'unica controindicazione è stato il ritardo di circa un'ora e mezza dovuto prevalentemente alla corretta sistemazione dei bagagli. Per "colpa" di questo ritardo la sessione di allenamento prevista in precedenza per le 9:30 ( le 15:30 in Italia ) al RFK Stadium è stata posticipata alle 12:00 ( le 18:00 in Italia ).

A Washington la squadra troverà il nuovo arrivato Gervinho che è arrivato nella mattinata nella capitale americana per potersi unire ai nuovi compagni e potersi così riunire a Rudi Garcia, suo allenatore già al Lille.