Bale al Real Madrid. Questa è l'unica cosa certa. L'esterno gallese è sbarcato in Spagna in queste ore dopo aver trascorso tutta la mattinata nella sede del Tottenham per firmare la risoluzione del suo contratto. Dopodiché il calciatore ha preso l'aereo ed è sbarcato a Madrid dove è stato accolto più dai fotografi che dai tifosi. Altra cosa certa è che si tratta del trasferimento più costoso della storia, almeno secondo i giornali inglesi.

Sì, perché i tabloid britannici dicono che il costo complessivo dell'operazione è di 101 milioni di euro, secondo i giornali spagnoli invece è di 91.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Calciomercato

È sempre una vergogna, ma la differenza è importante perché nel mezzo ci sono sempre i 97 milioni che il Real pagò nel 2009 al Manchester United per ingaggiare Cristiano Ronaldo.

A Bale va un contratto che sembra un'eccezione alla regola. La durata sarà di 6 anni, mentre fino allo scorso anno la Fifa non ne consentiva più di 5, ed i diritti d'immagine che intascherà saranno del 60%. È la prima volta che ciò avviene visto che persino con Cristiano Ronaldo non si era superato il 50 e 50. Ancora mistero invece sull'ingaggio, anche se si parla di una cifra intorno ai 9 milioni l'anno.

Bale indosserà la maglietta numero 11, e per vederlo in campo bisognerà attendere oltre un mese. Non farà di certo in tempo a prepararsi per la prossima partita di campionato; dopodiché ci sarà la sosta per le nazionali, quindi ci vorrà circa un mese, secondo lo staff tecnico, per integrarsi con i compagni. Insomma, prima di ottobre non lo vedremo indossare la camiseta blanca.