Marotta sta già lavorando sul futuro, senza però considerare che c'è un campionato da disputare. E soprattutto un girone di Champions League con il Real Madrid. Antonio Conte non le ha mandate a dire ed ha chiaramente specificato che con l'addio di Matri, dopo quello di Giaccherini, la Juve è uscita indebolita. A tutto ciò va aggiunto che anche Marrone partirà. È stato raggiunto l'accordo col Sassuolo per la comproprietà. Marrone giocherà con la squadra emiliana e alla Juve, nell'ambito della trattativa, andrà la metà del cartellino del giovane attaccante Berardi che resterà a crescere al Sassuolo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

Il colpo di giornata è però un altro. La Juve si è infatti assicurata le prestazioni di Sergio Buenacasa. Si tratta di un attaccante di 17 anni considerato di grande prospettiva.

Cresciuto nella cantera del Barcellona, non ha firmato il contratto da professionista per alcuni suoi comportamenti sopra le righe che non sono piaciuti alla società. Seguito da diversi club, Marotta è riuscito ad assicurarselo, ed ora lo terrà d'occhio schierandolo con la Primavera.

Ma tornando alla stagione attuale, bisogna vedere come si concluderà il mercato. Zuniga ormai è sfumato: ha deciso di rinnovare con il Napoli. Così si torna a cercare un esterno e le alternative sono Basta dell'Udinese, molto difficile, Kolarov (impossibile, a meno che non si tenti di acquistarlo completamente), oppure Giacomo "Jack" Bonaventura dell'Atalanta. Si tratta di un trequartista abituato a giocare anche a sinistra. Di certo non sarà quel grande esterno che la Juve sognava, ma potrebbe essere una valida alternativa ad Asamoah.

I migliori video del giorno

Per la fase centrale si continua a trattare per Nainggolan per cui Marotta vuol fare l'ultimo tentativo di prenderlo in comproprietà subito, o rinviare ogni discorso al prossimo anno, mentre in attacco, anche se Conte afferma che tutto deve rimanere così com'è, potrebbero esserci ancora dei movimenti. Il West Ham insiste per Quagliarella per 750 mila euro per il prestito con diritto di riscatto. A queste cifre non si tratta, ma se i bianconeri riuscissero a chiudere per un'altra punta (si parla di Gilardino), Quaglia potrebbe anche partire.