Papa Francesco piace ai cattolici, ed anche ai non cattolici, per essere un personaggio comune, quasi il signore della porta accanto. Anziano, simpatico, e soprattutto semplice. Sin dalle prime ore dopo la sua nomina a pontefice, nel mondo del calcio si è sparsa la voce che avesse una seconda fede, oltre a quella cattolica, ed era il San Lorenzo de Almagro, club argentino per cui ha sempre tifato sin da quando era bambino.

Per tanti anni il comune signor Bergoglio, che fosse un prete di strada o dopo la nomina ad arcivescovo, ha sempre rinnovato la sua tessera.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Papa Francesco

Con il campionato che sta per cominciare però non ha voluto far mancare il supporto ai suoi beniamini, e così, nonostante recarsi allo stadio per lui comincia a diventare un po' difficile, ha deciso di rinnovare ugualmente l'abbonamento.

E ciò che lascia ancor di più sorpresi è che l'ha fatto di tasca sua. In quanto papa, avrebbe potuto benissimo far addebitare il costo dell'abbonamento al Vaticano, ed invece, come fa ininterrottamente da decenni, ha effettuato un bonifico dal suo conto privato. Papa Bergoglio nel 2008, quando era ancora arcivescovo di Buenos Aires, è stato nominato membro onorario del club, ma ha continuato ugualmente a versare ogni anno la quota, nonostante per il suo status non ce ne fosse bisogno.

A rivelare l'avvenuto rinnovo della tessera è stato il vicepresidente del club, Marcelo Tinelli, il quale a Fox Sports ha anche annunciato che lui ed una delegazione argentina saranno presenti la prossima settimana a Roma, in occasione dell'amichevole Italia - Argentina, e che porterà la squadra in visita dal pontefice.

I migliori video del giorno