Sono importanti le novità dell'ultima ora in casa Roma, il capitano Francesco Totti venerdì rinnoverà il suo contratto, in sostanza prolungandolo a vita. L'incontro con il neo direttore generale Mauro Baldissoni è previsto per il 16 agosto a Trigoria e i tifosi potranno godere delle giocate di Totti anche nelle prossime stagioni.

Da contraltare a quest'ottima notizia, in casa giallorossa tiene sempre banco la spinosa questione Daniel Pablo Osvaldo. L'attaccante italo-argentino, nonostante il parere di mister Rudi Garcia che vorrebbe non privarsi delle prestazioni del calciatore, ha deciso di voler cambiare aria.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Calciomercato

Il feeling con la piazza non c'è mai stato veramente e non basteranno i suoi gol per riallacciare i rapporti con la tifoseria. Osvaldo ha rifiutato diversi club, tra cui il Wolfsburg, perché vuole giocare in una grande squadra, il suo sogno numero uno si chiama Inter, ma il club che pare maggiormente intenzionato ad acquistare il giocatore è il Napoli.

La società di Aurelio De Laurentiis è in vantaggio su tutte le altre concorrenti nella corsa a Osvaldo, certo l'argentino all'ombra del Vesuvio sarà la seconda scelta alle spalle del "pipita" Gonzalo Higuain e forse questa cosa farà saltare l'operazione, poiché Osvaldo vuole essere un protagonista e non un comprimario.

Con Mattia Destro infortunato almeno fino a novembre e la contemporanea cessione di Osvaldo c'è un posto libero da occupare nel parco attaccanti della Roma. Il prescelto è Abel Hernandez del Palermo, l'attaccante non è entrato nel turno di Coppa Italia con i rosanero e pare destinato ad andare in un club di Serie A. I rapporti tra la Roma e il Palermo non sono idilliaci, il presidente dei rosanero Maurizio Zamparini non ha gradito alcuni comportamenti di Walter Sabatini, ma la trattativa per l'uruguaianoè molto ben avviata.

I migliori video del giorno

Vedremo quali saranno le mosse della Roma da qui al 2 settembre in fase offensiva, se Osvaldo andrà via e se Hernandez arriverà, la certezza, come sempre in casa giallorossa, si chiama ancora una volta Francesco Totti