Thohir-Inter, la situazione - Massimo Moratti ammette senza mezzi termini l'avanzamento della trattativa che porterà Erick Thohir ad essere il nuovo proprietario dell'Inter. E lo fa ringraziando l'ex presidente Ernesto Pellegrini che aveva lanciato un vero e proprio appello al presidente nerazzurro per non vendere la società ad imprenditori stranieri favorendo invece l'ingresso di soci italiani.

In una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport Moratti afferma come il problema attuale dell'Inter non siano i debiti, per i quali egli  possiede autonomamente i mezzi finanziari necessari a ripagarli, ma creare un assetto aziendale in grado di incrementare i ricavi.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Visione assolutamente lungimirante quella dell' imprenditore milanese che quindi per la prima volta esce allo scoperto ammettendo la trattativa con Thohir e la necessità di far entrare nuovi imprenditori all'interno della società nerazzurra.

L' incremento del fatturato, infatti, passa da un rafforzamento del marchio Inter sul mercato europeo e su quello internazionale. Moratti ammette anche come l'impossibilità di contare su stadi moderni rappresenti oggi un vero limite per una società che vuole guardare al futuro in un'ottica di incremento dei ricavi e di fair play finanziario che impone alle società di poter spendere solo una percentuale del proprio fatturato. L'ingresso di Erick Thohir oltre a dare all'Inter un'immediata liquidità rafforzerebbe la presenza e l'importanza del marchio della società milanese in Asia e non solo.

Saranno fondamentalmente due le fasi cruciali della trattativa: il signing (le firme) che dovrebbe avvenire nel giro di un paio di settimane e,dopo qualche settimana, ci sarà il closing (la vera e propria chiusura della trattativa) che consentirà al Tycoon indonesiano di diventare il primo proprietario straniero nella storia dell'Inter.

I migliori video del giorno