Tutta Napoli è in estasi dopo la vittoria degli azzurri sul Milan. Un successo fortemente voluto e concretizzato grazie ad un modello tattico molto efficiente basato sul pressing, e sul possesso-palla. Dobbiamo però dire che nella gara col Milan, gli azzurri, hanno, dopo un inizio folgorante, culminato con la rete di Britos, dopo uno schema all'inglese, tutto aereo con Albiol, giocato una gara un po' attendista lasciando il possesso-palla ai rossoneri. Un po' sterili in fase conclusiva.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Milan

E' d'obbligo affermare anche che il Milan, non disponeva della rosa completa. Infatti erano assenti per questo match: Kakà, El Shaarawy, Pazzini e Montolivo.

E il solo Mario Balotelli, da solo non poteva fare miracoli. Il Napoli, usando una tattica, ripetiamo attendista ha affondato anche il secondo colpo con Higuain, al quarto goal in quattro partite. Cancellando così il fantasma di Cavani.

Il tecnico azzurro Rafa Benitez ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport, dopo la vittoria in trasferta contro il Milan, dichiarando che gli azzurri sono ancora al 73% della loro vera forza e che il cammino verso trionfi sognati è ancora lungo. Ecco quanto evidenziato: "Ho parlato col cuscino prima di fare le scelte.... ed evidentemente mi ha detto cose positive perché le scelte sono andate bene. Abbiamo visto le tante occasioni che ha avuto Balotelli, ma ha fatto un grande lavoro come squadra. Ho detto che siamo al 72%, ora siamo al 73% perchè possiamo migliorare tanto.

I migliori video del giorno

Vincendo si possono migliorare le piccole cose. Solo così potremo vincere più partite. Il rigore parato da Reina? Ha lavorato tanto insieme al preparatore ed agli altri portieri. La tv aiuta molto. Abbiamo esperienza in queste situazioni con Dudek proprio contro il Milan e Reina ancora in Champions. Nei cinque che calciarono il rigore a Dudek, quattro sapevamo dove avrebbero tirato. Maggio in panchina? Mesto è un grandissimo giocatore e Maggio aveva qualche fastidio al ginocchio. Insigne in campo? Per me ha qualità, può sempre fare male in ripartenza. Non era facile decidere il primo da cambiare ed Insigne è sempre pericoloso".

Intanto per la sfida contro il Sassuolo di mercoledì prossimo, molto probabilmente  Rafa Benitez, annuncerà il turn-over, facendo riposare alcuni degli eroi della sfida vittoriosa di  San Siro. Probabile che Britos, Hamsik e Insigne partiranno dalla panchina, al loro posto potrebbero essere schierati Cannavaro, Pandev e Mertens. Arbitrerà Doveri di Roma