Il CT della nazionale italiana di calcio, Cesare Prandelli, dovrà rinunciare a 3 squalificati di lusso come Montolivo, Balotelli e Osvaldo, fra gli altri mancano per infortunio tre giocatori che sarebbero stati quasi certamente titolari, Barzagli, Marchisio e De Sciglio.

Parte così Italia-Bulgaria di venerdì 6 settembre 2013, orario d'inizio 20:45; terz'ultima partita per gli azzurri del girone B per le qualificazioni ai Mondiali Brasile 2014.

Uno sguardo alle ultime notizie sulle probabili formazioni e in particolare su quella che scenderà in campo dal primo minuto e schierata da Prandelli, e il pronostico tenendo conto anche della situazione del girone di qualificazione.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Per vedere Italia-Bulgaria del 6 settembre 2013 (ore 20:45) in diretta tv, sarà sufficiente andare sul canale Rai 1 del vostro telecomando del digitale terrestre. Per chi possa farlo solo tramite dispositivo mobile o fisso abilitato, pc, smartphone e tablet, in live streaming, lo potrà fare collegandosi sul sito della Rai, sezione diretta web RaiSport.

Probabili formazioni Italia-Bulgaria 6 settembre 2013, qualificazioni mondiali 2014

Abbiamo già detto delle assenze forzate nella nostra nazionale, questo poteva regalare spazio a El Shaarawy, ma a quanto sembra l'attaccante rossonero partirà dalla panchina. Sarà Gilardino a dover sostituire Balotelli, dietro due trequartisti individuati in Candreva e Giaccherini, la sorpresa dell'ultima ora potrebbe essere costituita da Lorenzo Insigne. Per sostituire Montolivo andrà in campo Thiago Motta, in difesa ricambio fra calciatori della Juventus, in assenza di Barzagli giocherà Bonucci.

Italia (4-3-2-1): Buffon; Abate, Bonucci, Chiellini, Antonelli; De Rossi, Motta, Pirlo; Giaccherini, Candreva; Gilardino.

Bulgaria (4-4-2): Mihaylov; Bodurov, Ivanov, Manolev, Minev; Tonev, Milanov, Gadzhev, Dyakov; Gargorov, Popov.

I migliori video del giorno

Pronostico Italia-Bulgaria 2-0: a Sofia la nazionale di Prandelli si fece bloccare sul 2-2, anzi, giocarono meglio i bulgari, ora la musica dovrà cambiare. Gli azzurri comandano la classifica con 14 punti, al 2° posto proprio la squadra allenata da Penev con 10. Vincere significherebbe mettere l'ipoteca sul primo posto e qualificazione diretta ai tanto attesi mondiali di calcio, Brasile 2014, le possibilità ci sono tutte, il tasso tecnico dell'Italia è nettamente superiore nonostante le tante assenze.