Dopo la prima sconfitta in campionato rimediata sabato scorso contro la Roma, l'Inter deve fare i conti con una nuova tegola: il 'Principe' Diego Milito, infatti, starà fermo per circa un mese a causa di un infortunio muscolare riportato proprio alla ripresa degli allenamenti ad Appiano Gentile.

Gli esami strumentali a cui si è sottoposto il centravanti nerazzurro hanno evidenziato uno stiramento al retto femorale, che costringerà il bomber argentino a saltare i prossimi appuntamenti contro Torino, Verona, Atalanta, Udinese e Livorno; con ogni probabilità, il giocatore sarà nuovamente a disposizione dopo la prossima sosta di campionato, per l'impegno del 23 novembre contro il Bologna al Dall'Ara.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Dopo la rottura del legamento crociato riportata nel febbraio scorso, Milito era rientrato in campo nel corso della goleada dell'Inter sul Sassuolo del 22 settembre scorso, mettendo a segno una doppietta che sembrava aver scacciato ogni dubbio sulle condizioni fisiche del Principe.

Questo nuovo stop ha il sapore di una beffa anche per il tecnico Mazzarri, che aveva definito Milito "un top-player in grado di spostare gli equilibri" e che contava sull'argentino per dare maggiore concretezza ad un reparto offensivo dove Palacio, Icardi e Belfodil non sembrano ancora aver trovato la necessaria continuità.

I nerazzurri, che alla ripresa affronteranno in trasferta il Torino di Ventura, si affideranno a Palacio per riscattare la pesante sconfitta contro la Roma e tentare l'assalto alla zona Champions League.